/ Cronaca dal Nord Ovest

Cronaca dal Nord Ovest | 30 marzo 2021, 14:00

Cattura airone bianco maggiore, forse per rivenderlo: nei guai 29enne

airone bianco

Foto Pixabay

Ha catturato un airone bianco maggiore, specie protetta che si può ammirare nelle risaie del Vercellese, con la probabile intenzione di rivenderlo: ma l'uomo, un 29enne romeno, incensurato, è incappato in un controllo dei Carabinieri, finendo nei guai.

Insolito intervento dei Carabinieri della stazione di Crescentino, lunedì mattina, durante un servizio perlustrativo teso alla prevenzione e repressione dei reati predatori. I militari, transitando nelle vie periferiche della cittadina, hanno notato un uomo che camminava lentamente con fare sospetto e portava sotto braccio un involucro molto voluminoso. Alla vista dei militari, il giovane, ha tentato di passare osservato, destando ancora più sospetti: i Carabinieri, tuttavia, notando la mossa fulminea, hanno deciso di procedere alla sua identificazione.

Con sorpresa, bloccato sotto braccio e avvolto da un telo, i militari hanno trovato un airone bianco maggiore che cercava di liberarsi. L’animale, una specie protetta autoctona che vive sulle sponde del fiume Po, era stato catturato poco prima in un laghetto poco distante dall'uomo, che probabilmente voleva rivenderlo a qualche ricettatore di animali pregiati.

L’airone, visitato da un veterinario che lo ha trovato in buona salute, è stato liberato nelle sponde del Po ove è presente una colonia di altri volatili della stessa specie. Il 29enne è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Vercelli per la violazione dell’articolo 2 in relazione all’articolo 30 della L.157/1992 che prevede l'arresto da due a sei mesi o l'ammenda da euro 516 a euro 2.065 per chi pone in commercio o detiene a tal fine fauna selvatica in violazione della presente legge.

Dalla redazione di Vercelli - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore