/ A tavola con gusto

A tavola con gusto | 20 marzo 2021, 08:30

Le ricette dei ragazzi del Gae Aulenti, la polenta concia di Valentina Bosonin

Al via la nuova rubrica enogastronomica di Newsbiella curata dagli studenti del Gae Aulenti indirizzo Alberghiero sezione di Cavaglià

Valentina Bosonin e la polenta concia

Valentina Bosonin e la polenta concia

Parte oggi la nuova rubrica enogastronomica di Newsbiella, curata dagli studenti del Gae Aulenti indirizzo Alberghiero sezione di Cavaglià: ogni sabato pubblicheremo ricette e videoricette dei piatti più tipici della cucina biellese e italiana che i ragazzi sperimentano con il loro professore di cucina Andrea Botalla. Per la prima puntata Valentina Bosonin di 5O (in foto) ci porterà alla scoperta della polenta concia.

La polenta concia è un gustoso piatto tipico presente in diverse regioni montane italiane ed in particolare anche del Biellese. In dialetto viene chiamata "polenta cunscia" ed indica una polenta molto cremosa nella quale, a fine cottura, viene fatto fondere al suo interno abbondante formaggio nostrano, in particolare toma e maccagno, servita con burro fresco di malga color nocciola. 

La polenta in generale era considerato in passato un piatto molto povero, ma se abbinato con ingredienti calorici come i derivati del latte, poteva diventare altamente calorico e sostanzioso. Soprattutto nei periodi di carestia e a cavallo delle due guerre mondiali, la farina di mais era utilizzata come principale sostentamento delle famiglie contadine perché si poteva consumare in qualsiasi momento della giornata; a molti potrà sembrare strano, ma qualche nostro nonno racconta ancora di averla consumata a colazione imbevuta nel latte. 

La polenta concia nel Biellese è nata certamente nelle famiglie contadine, soprattutto nella Valle d'Oropa in cui c'era una grande tradizione pastorizia con conseguente disponibilità di burro e formaggio.

Ingredienti: (6 persone) 

350 grammi di farina di mais 

2  litri di acqua 

200 grammi  di toma biellese (media stagionatura) 

200 grammi di Maccagno 

50 gr di burro nocciola

Sale, pepe q.b 

Strumenti: 

Paiolo per la polenta (in rame) oppure una casseruola alta 

Frusta da cucina, cucchiaio di legno  

Preparazione: 

Portare ad ebollizione l'acqua salata nel paiolo. Successivamente versare a pioggia la farina e mescolare velocemente per evitare la formazione di grumi, amalgamando prima con la frusta e poi con il cucchiaio di legno.

Cuocere per 50 minuti addensando come se fosse una crema abbastanza spessa.

Aggiungere la toma ed il maccagno precedentemente tagliati a cubetti e mescolare per altri 10 minuti, finché il formaggio sarà completamente fuso. 

Far sciogliere il burro e scegliere la gradazione di rosolatura a seconda del piacere personale. Impiattare la polenta in un piatto caldo ed aggiungere il burro rosolato. 

Redazione bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore