SPORT - 14 marzo 2021, 20:40

Pallacanestro Biella da sogno, contro l'Assigeco i rossoblù calano il tris: 95-89 FOTO

Foto Laura Malvarosa (Pallacanestro Biella)

Foto Laura Malvarosa (Pallacanestro Biella)

Partita da vietare ai deboli di cuore ma finita con la terza vittoria consecutiva in 8 giorni della Pallacanestro Biella. A cedere il passo al Forum è stata stavolta la quotata formazione dell’Assigeco Piacenza che è riuscita a chiudere in vantaggio solo il primo quarto e con il minimo scarto. Poi i rossoblù sono passati a condurre, salendo sino ai 20 punti di vantaggio ed oltre. Nell’ultima frazione però gli ospiti sono quasi riusciti ad azzerare il distacco, costringendo l’Edilnol a reagire ed a recuperare per i capelli una vittoria che ad un certo punto è stata davvero sul punto di sfuggire, facendo tornare in mente fantasmi più o meno lontani. “Ghostbusters” di turno Miaschi, Laganà e soprattutto Hawkins dalla lunetta.

 

PRIMO QUARTO - Coach Squarcina inizia con Berdini, Miaschi, Carroll, Hawkins e D’Almeida, l’esperto Luca Dalmonte risponde con Sabatini, Formenti, Carberry, Molinaro e McDuffie. D’Almeida e Molinaro partono a razzo (ma i due lunghi raggiungeranno presto i due falli a carico), Berdini ci mette una tripla, poi Formenti e Miaschi e fa 9-4. L’Assigeco recupera con 4 punti di Sabatini ma un parziale di 5-0 per l’Edilnol scava 6 punti di distacco e costringe Piacenza al time-out poco prima della metà del tempo. Dentro l’ex Federico Massone, ma a sbloccarsi sono i 4 americani che scrivono un parziale di 6-5 per gli ospiti. Quando segna anche Cesana dopo un paio di palle malamente perse da Biella (19-16) anche Squarcina ritiene opportuno parlarci su per poi schierare un quintetto tutto italiano. A segnare sono però Massone e Guariglia che portano avanti Piacenza per la prima volta (19-20) complici una serie di errori nei tiri di Biella (a secco negli ultimi due minuti).

 

SECONDO QUARTO - Stavolta è Dalmonte a rinunciare ai suoi USA, per l’Edilnol c’è Carroll assieme a capitan Laganà rientrato poco prima. Proprio Carroll e Laganà scrivono un 4-0 che riporta avanti l’Edilnol, Cesana annulla con una tripla ma Carroll risponde in un paio di secondi (26-23). Altri due liberi di Carroll, poi tripla di Formenti e liberi di Guariglia, così si ricomincia dal 28 pari. Carroll però insiste, Bertetti recupera in mischia e segna da tre in contropiede, poi sequenza di tiri veloci quasi tutti a segno ed a rompere l’equilibrio deve arrivare la tripla di Hawkins (40-34) a 4 minuti dall’intervallo. Time-out di Dalmonte, le squadre si rispondono per due volte poi 3 perse consecutive di Biella rischiano di rovinare tutto ma McDuffie e Molinaro combinano un 1 su 6 dalla lunetta che viene punito dalla tripla di Carroll (47-39), valida ma macchiata dal fallo in attacco (il terzo in pochi minuti) chiamato ad Hawkins. L’Edilnol va allora da Miaschi che realizza 5 punti in sequenza, estesi poi a 7 da Pollone. L’ultimo recupero rossoblu consente di avere palla in mano negli ultimi 13 secondi: quasi l’ideale, se non fosse che Laganà viene mandato in lunetta, segna i due liberi ma Massone piazza a fil di sirena la tripla del 56-42.

 

TERZO QUARTO - L’Assigeco dovrebbe provare a recuperare, invece è l’Edilnol a partire con un 8-0 che spacca la partita. Avanti di 20 e con tanto tempo da giocare non ci sarebbe da avere fretta, invece i rossoblu, senza un play di ruolo in campo (Berdini out per infortunio), continuano come se fossero loro a dover inseguire andando a tiri molto veloci e consumando rapidamente anche il bonus. Piacenza ringrazia ma non riesce a recuperare più di tanto, e la tripla di Laganà per il 70-49 sembra rimettere le cose a posto, se non fosse che McDuffie trova il modo di rispondere quasi subito, aggiungendoci poi altri quattro punti che farebbero scattare un campanello d’allarme, fortunatamente tacitato dai 5 punti di Carroll, con tanto di tripla sulla sirena, che faranno cominiciare l’ultimo quarto dal 75-55.

 

ULTIMO QUARTO - Poggi trova un comodo sottomano, Carroll risponde ma c’è ancora molto da giocare e le triple di Cesana e Massone per il 77-63 consigliano a Squarcina di fermare il tempo dopo solo un minuto e mezzo. I minuti successivi finiscono sul 2-2 (Miaschi e Carberry), poi due volte 2-3 (il solito Cesana e Laganà), ma sono i 4 punti di Sabatini e Molinaro a mettere davvero pressione all’Edilnol che si trova con il vantaggio in singola cifra sull’83-75. Preziosissimo il rimbalzo offensivo convertito da Miaschi, poi Carroll risponde a Carberry (87-77), prima che Sabatini si erga ad assoluto protagonista, con due triple intervallate da tre liberi di McDuffie che sfrutta anche un fallo antisportivo fischiato a Pollone. Da +20 a +1, ancora Miaschi cava le castagne dal fuoco, poi l’Edilnol recupera due palloni in difesa ma ne spreca uno con un lancio da quaterback. 31 secondi da giocare, giro palla che manda Hawkins alla schiacciata del 91-86. Sembrerebbe fatta ma Sabatini non ci sta e mette un’altra tripla, poi fallo antisportivo su Laganà: il capitano trasforma un libero su 2 a 15” dalla fine, rimessa e fallo su Hawkins che anche lui ne mette uno su due ma stavolta è l’Assigeco a gettare la palla alle ortiche. Rimessa d’attacco Edilnol con meno di 8 secondi da giocare, di nuovo fallo ed ancora in lunetta Hawkins che stavolta decide di convertirli entrambi chiudendo la contesa sul 95-89.

 

Pallacanestro Biella-Assigeco Piacenza 95-89

 

Parziali: 19-20, 56-42, 75-55

 

Pallacanestro Biella: Berdini 5, Moretti ne., Loro ne., D’Almeida 6, Bertetti 3, Laganà 14, Barbante, Miaschi 22, Vincini, Pollone 4, Hawkins 15, Carroll 26. All. Squarcina.

 

Assigeco Piacenza: McDuffie 17, Voltolini ne., Poggi 2, Molinaro 7, Formenti 7, Sabatini 17, Gajic ne., Guariglia 6, Massone 8, Carberry 8, Cesana 17. All. Dalmonte.

 

Terna arbitrale: Ursi, Caruso, Nuara.

Comunicato Stampa Pallacanestro Biella - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

SU