/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 07 marzo 2021, 19:00

Cavaglià, in due giorni vaccinati quasi 500 anziani ultra 80enni al Polivalente

Iniziativa resa possibile grazie alla collaborazione di medici di base territoriali, gruppo di Protezione Civile, volontari comunali, Croce Rossa di Cavaglià e ASL di Biella.

vaccinazioni cavaglià

Due giornate dedicate al contrasto della pandemia: tra ieri e oggi sono state effettuate, al Polivalente di Cavaglià, quasi 500 vaccinazioni anti Covid. Un servizio rivolto agli anziani con più di 80 anni di Cavaglià, Dorzano, Roppolo, Salussola, Viverone e Zimone. “Un'iniziativa condivisa con più realtà comunali – spiega il sindaco Mosè Brizi – resa possibile grazie alla collaborazione di medici di base territoriali, gruppo di Protezione Civile, volontari comunali, Croce Rossa di Cavaglià e ASL di Biella. A tutti loro vanno i miei ringraziamenti più sinceri”.

Pochi gli anziani che non si sono presentati nelle due giornate appena trascorse. Presenti, oltre all'amministrazione comunale di Cavaglià, anche la direzione dell'ASL Biella e i primi cittadini dei comuni coinvolti, che si sono alternati nella supervisione. Pollici in alto per il sindaco di Salussola Manuela Chioda: “Si è registrato un bel clima, siamo riusciti a gestire la mole di lavoro senza grossi problemi. È la dimostrazione che quando il territorio scende in campo unito i risultati si ottengono”.

“Qualche disagio si è registrato per diversi nostri anziani – sottolinea il sindaco di Roppolo Renato Corona – che sono stati mandati direttamente al centro vaccinale di Biella, in via don Sturzo mentre altri di Cerrione sono stati inviati a Cavaglià. Certe procedure andranno corrette e riviste a fronte di nuove vaccinazioni, in quanto i medici di base si sono trovate davanti persone che non conoscevano”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore