CRONACA - 02 marzo 2021, 18:00

L'ultimo commosso saluto alla 42enne OSS del Cerino Zegna: "Silvia non è morta"

A celebrarlo il parroco di Masserano, intervenuto con una toccante omelia accolta dal silenzio dei tanti presenti alla cerimonia

Foto Newsbiella

Foto Newsbiella

"La morte non è ciò che pensiamo. La morte è la lontananza da Dio e noi oggi sappiamo che Silvia non è morta". Queste le toccanti parole del parroco di Masserano che nel pomeriggio di oggi ha celebrato il funerale di Silvia Simonini, 42enne di Occhieppo Inferiore conosciuta per il suo ruolo di operatrice OSS all'interno della Residenza Cerino Zegna.

Una scomparsa improvvisa (leggi qui), che ha lasciato nel dolore tante persone a partire dai suoi genitori e familiari fino ai colleghi, all'amministrazione del Cerino Zegna e soprattutto agli ospiti della struttura, tanto legati a lei da accorgersi subito della sua assenza la mattina dopo la tragedia. Proprio loro, insieme agli altri operatori che lavoravano con Silvia, si sono riuniti oggi nel rispetto delle normative anticovid nella cappella della casa di riposo, per recitare un rosario in suo ricordo non potendo partecipare di persona alle esequie. "Il funerale è solo un passaggio" ha poi concluso il don, dopo una commossa omelia accolta dal silenzio dei tanti presenti alla cerimonia.

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

SU