/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 28 febbraio 2021, 09:00

Dagli uomini di Ars Teatrando il flash mob tutto al maschile per dire NO alla violenza sulle donne FOTO

Foto Fotostudio Biellese

Foto Fotostudio Biellese

Con un cappello, delle scarpe rosse e delle mascherine dello stesso colore, hanno sfilato per il centro di Biella per dire No alla violenza sulle donne. Sono gli uomini di Ars Teatrando, che nel pomeriggio di ieri hanno messo in piedi un flash mob partendo dal Ponte della Maddalena (vicino alla sede della compagnia teatrale) e sono saliti in Riva per poi raggiungere via Italia e la Fons Vitae. Momento clou tra Palazzo Oropa e Piazza Santa Marta, dove il gruppo si è fermato in fila con il braccio sinistro alzato, per poi mostrare i cartelli che tenevano in mano: "Se sei un uomo le donne le proteggi non le violenti", La violenza non è la soluzione è il problema", "Aggredire le donne non è questione privata! Rompere il silenzio tutti", "Rifletti e ascolta la tua coscienza. Lei non potrà mai essere un tuo oggetto. Rispettala".

Tanti i cittadini presenti che hanno assistito al flashmob e dai quali è partito un forte applauso per l'iniziativa, unica nel suo genere, visto che partecipata da soli uomini. A sostenerli anche Rita De Lima con il suo gruppo, in veste di rappresentante del Tavolo Panchine Rosse. L'idea nasce dal direttore artistico di Ars Teatrando, Paolo Zanone, in seguito al tweet scritto da Milena Gabanelli: “Ne ammazzano una al giorno – aveva scritto la giornalista il 21 febbraio – ma io vedo solo donne manifestare, protestare, gridare aiuto. Non ho visto una sola iniziativa organizzata dagli uomini, contro gli uomini che uccidono le loro mogli o fidanzate. Dove siete? Non è cosa da maschi proteggere le donne?”.

“Quando ho appreso – commenta Paolo Zanone – che nessuno degli esponenti della cultura, seppur sollecitati, si è messo in gioco, mi sono sentito chiamato in causa, come uomo e come persona che opera nel settore, seppur in un contesto piccolo come quello biellese”.

 

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore