/ ECONOMIA

ECONOMIA | 20 febbraio 2021, 06:50

Dalla Regione più di 20 milioni per la montagna, i gestori degli impianti biellesi: "Qualcuno si è accorto che esistiamo"

Dalla Regione più di 20 milioni per la montagna, i gestori degli impianti biellesi: "Qualcuno si è accorto che esistiamo"

20,5 milioni di contributi stanziati dalla Regione Piemonte per gli operatori della montagna danneggiati a causa delle chiusure dovuta alla pandemia. La notizia è arrivata ieri sera, 19 febbraio, in seguito alla delibera illustrata in Giunta dall'assessore al turismo Vittoria Poggio, che prevede lo stanziamento una tantum di 5,3 milioni per i gestori degli impianti di risalita che hanno garantito una minima apertura e di 1500 per le agenzie di viaggi, mentre per i maestri di sci è stato previsto un bonus fino a 2mila euro. Anche gli Sci Club otterranno un primo sostegno: 300mila euro tramite la Federazione Italiana Sport Invernali. La delibera passerà nei prossimi giorni al vaglio della terza commissione consiliare per l'approvazione.

Potrebbe iniziare quindi a intravedersi un piccolo barlume di luce anche per i gestori degli impianti biellesi, dopo un lungo periodo di buio. "Siamo tutti in ultra perdita - commenta Giampiero Orleoni di Icemont sas, la società che gestisce gli impianti a Bielmonte - e quello annunciato dalla Regione è un primo ristoro che potrebbe servire a garantire il pagamento degli stipendi almeno per il mese prossimo e speriamo anche quello successivo. Non sono poche le località a rischio fallimento: ringraziamo la Regione Piemonte per aver compreso la nostra situazione, è un investimento di grande aiuto per tutti noi".

"Sono molto contento - commenta Gionata Pirali, presidente di Funivie Oropa - ora speriamo che questi ristori arrivino quanto prima. Ringrazio tutti i politici che hanno lavorato in tal senso, la Regione Piemonte e il presidente Alberto Cirio. Era ora che qualcuno si accorgesse che esistiamo. Sono 228 giorni che siamo chiusi: speriamo in una riapertura quanto prima. Nel primo lockdown siamo riusciti a recuperare con la stagione estiva, ma quello che abbiamo perso in questi ultimi mesi, purtroppo, non lo recupereremo più. Speriamo che almeno i ristori siano capienti e veloci".

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore