/ GIRO D'ITALIA - Speciale

GIRO D'ITALIA - Speciale | 04 febbraio 2021, 11:30

Ufficiale: La terza tappa del Giro d'Italia 2021 parte da Biella

Appuntamento in agenda lunedì 10 maggio con protagonista il Battistero. Una corsa rosa in cui a dominare la scena ci saranno anche altre meraviglie del Piemonte

Ufficiale: La terza tappa del Giro d'Italia 2021 parte da Biella

Per la nona volta nella storia il Giro d’Italia fa ritorno a Biella. Accadrà lunedì 10 maggio, con la terza tappa della corsa, che partirà proprio nel cuore del capoluogo laniero per raggiungere dopo 187 chilometri la località di Canale d’Alba. L’annuncio ufficiale è stato dato nella mattinata di oggi, con il #GiroDay dedicato alla Grande Partenza, che vedrà assoluta protagonista la Regione Piemonte. Dopo l’avvio del Giro da Torino, con la tappa d’esordio sotto la Mole, nella seconda giornata la corsa effettuerà il percorso da Stupinigi a Novara, per poi approdare nel Biellese.

Dopo settimane di indiscrezioni e di sopralluoghi effettuati dagli uomini di Rcs Sport, la maglia rosa rinnova la tradizione e approda ai piedi del Mucrone. Per celebrare l’evento della partenza, Rcs Sport e l’amministrazione comunale hanno deciso di mettere sotto i riflettori il Battistero simbolo della città, che sarà in diretta televisiva mondiale sullo sfondo della terza tappa che vedrà l’avvio da piazza Duomo.

Sono in fase di definizione, nel rispetto delle norme Covid, tutti gli aspetti logistici. Piazza Martiri ospiterà i bus delle squadre e le ammiraglie in un “parco chiuso”, mentre piazza 1° maggio ospiterà il villaggio commerciale che in base all’evoluzione della pandemia dovrebbe prevedere ingressi contingentati. Tutti i dettagli e gli eventi collaterali a supporto saranno definiti dal Comitato Organizzatore locale che, ottenuta l’ufficialità della partenza, verrà definito durante i prossimi giorni.

“Quando abbiamo saputo di questa opportunità unica ci siamo subito adoperati per mettere gli organizzatori del Giro nelle migliori condizioni per lavorare – spiega il sindaco Claudio Corradino -, ma tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’intervento della Regione Piemonte e dell’assessore allo Sport Fabrizio Ricca che voglio ringraziare per aver subito pensato di riportare Biella alla ribalta dopo aver già portato a Oropa l’arrivo della Gran Piemonte”.

Biella terra di ciclismo. Un legame che inizia nel 1963 con la Asti-Oropa e nel 1964 con la Torino-Biella nel segno di Gianni Motta. Per riabbracciare il Giro il capoluogo laniero dovette poi attendere trent’anni: il 1993 con la Torino-Oropa vinta da Massimo Ghirotto con Miguel Indurain in rosa, la Losanna-Biella del ’96 e la storica tappa del 1999 Racconigi-Oropa che raccontò una delle maggiori imprese del “Pirata” Marco Pantani. Nel 2007 il Giro torna con la crono Biella-Oropa, nel 2014 con la Agliè-Oropa e infine nel 100° anniversario la Castellania-Oropa vinta da Tom Dumoulin sulla salita verso il Santuario che diventa ufficialmente riconosciuta dal mondo del ciclismo come “Montagna Pantani”.

“Ora che siamo ufficialmente sede di partenza – dice il vicesindaco e assessore allo Sport Giacomo Moscarola -, possiamo metterci al lavoro e nell’arco di qualche giorno andremo a definire il comitato organizzatore locale. Abbiamo fortemente voluto rendere protagonista il centro storico e i luoghi simbolo della città: posso svelare che dopo il ritrovo in piazza Duomo il gruppo raggiungerà il km 0 passando da via Italia. Ora dobbiamo fare squadra e lavorare per definire nel dettaglio organizzazione ed eventi collaterali, per abbracciare con grande calore la corsa e sfruttare la visibilità che solo un evento come il Giro può regalare al territorio. Mi aggrego al sindaco e ringrazio la Regione Piemonte per il fondamentale ruolo svolto”.

Comunicato Stampa Regione Piemonte - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore