/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 25 gennaio 2021, 07:40

Biella, domenica al Favaro festa del patrono San Giulio nel ricordo di tutti i priori defunti

favaro festa

Domenica 31 gennaio, a Favaro alle 9.45, sarà celebrata al Favaro di Biella la Santa Messa animata dalla Cantoria Parrocchiale con il ricordo di tutti i priori defunti. Al termine della Santa Messa verranno distribuiti i panini che le monache del monastero "Mater Ecclesiae" dell'isola di San Giulio d'Orta preparano in occasione della festa del Santo.

La festa di San Giulio a Favaro si celebra ininterrottamente fin dal 1837: con tutta probabilità la tradizione si è ereditata dalla parrocchia matrice di San Grato cove la festa si celebrava fin dal 1700. Al Favaro, patria degli scalpellini, la festa era legata anche al ricordo di San Marino - ricordato nei giorni seguenti la solennità dell'Epifania - a cui era intitolata una "Congregazione". Per quanto riguarda la festa di San Giulio si possiede l'elenco interrotto dei priori dal 1936 in poi, proprio in quell'anno i muratori facevano dipingere un quadro raffigurante il patrono ad opera del prof. Borrione. Ogni anno viene scelto un priore e il priore attualmente in carica è Paolo Ramella Pollone.

“Se la pandemia non consente festeggiamenti particolari, in quest'anno la parrocchia di Favaro si accinge a ricordare i duecento anni della fondazione, così la festa di San Giulio si arricchisce di nuovi particolari e di profondi significati – spiegano dalla parrocchia di San Giuseppe e dal Comitato Festa San Giulio d'Orta- Favaro - Con le auto si salirà al Santuario d'Oropa per offrire alla Vergine Maria un piccolo ex voto, a nome di tutti i devoti di San Giulio e dei numerosi amici che sempre partecipano alla festa invocando la benedizione sul lavoro di tutti gli edili, sulle loro famiglie e le comunità della Valle Oropa”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore