POLITICA - 14 gennaio 2021, 18:30

Patelli: “La crisi è un gioco di potere tra Renzi e Conte di fronte ad un Paese che ha necessità ben diverse"

"Se c’è maggioranza di Governo, il Presidente del Consiglio lo riferisca al Parlamento, altrimenti si dimetta subito e si vada al voto”.

La parlamentare biellese della Lega Cristina Patelli

La parlamentare biellese della Lega Cristina Patelli

“Dov’è finito il ‘per il bene degli italiani’ della narrazione di quel Renzi che 18 mesi fa si è battuto per far uscire dal governo Matteo Salvini e oggi, con una serie di giustificazioni sterili e senza curarsi del Paese, manda a casa anche il governo Conte bis che lui stesso aveva voluto?

E’ evidente che la crisi di questo governo, nato con la colla e andato avanti con una stampella instabile, quella della paura di alcuni partiti in caduta libera di confrontarsi con l’elettorato per certezza di perdere i propri privilegi, sia distante dalla realtà”. Così Cristina Patelli commenta le dimissioni dei due ministri renziani Bonetti e Bellanova e del sottosegretario Scalfarotto.

“Il problema più grave – sottolinea poi Patelli – è che questa crisi è tutta basata sulla conservazione delle poltrone e non sulle esigenze del Paese. Dietro alle discussioni di facciata sul Mes, Recovery fund e banchi con le rotelle si nascondono solo vecchi e stantii giochi di potere di cui gli italiani non hanno più bisogno. Il nostro Paese sta affrontando la crisi più profonda dal dopoguerra: precarietà, famiglie che non arrivano a fine mese, sanità in emergenza e probabilmente, si stima, la perdita di un 10%-15% di occupazione.

Professionisti alla fame, negozi e attività ristorative all’osso. Mentre l’Italia vive questa tragedia, Conte e Renzi, con il Pd a guardare da terzo incomodo, duettano sulle poltrone cercando di far credere pure che sia in nome degli italiani. Si vergognino. E se il Presidente del Consiglio ritiene di avere ancora la maggioranza venga in Parlamento a riferire. Altrimenti si dimetta subito, senza altri indugi. E consenta al Paese, con il voto, di giudicare questo scellerato operato”.

Comunicato patelli - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

SU