/ CRONACA

CRONACA | 12 gennaio 2021, 13:30

Muore l'imprenditore e pittore Valerio Fiorio: Costruì molti condomini a Bielmonte e nelle vallate del Biellese

Il ricordo della figlia Carla, giornalista e scrittrice biellese: "Buon viaggio papà e grazie"

Muore l'imprenditore e pittore Valerio Fiorio: Costruì molti condomini a Bielmonte e nelle vallate del Biellese

Riceviamo e pubblichiamo:

"Mio papà, classe 1927, è mancato la sera del 10 gennaio, in un periodo di lutti ripetuti che non danno tregua. Nessuno è mai preparato alla perdita dei propri genitori, perché in realtà non scompare solo un corpo, ma un intero universo fatto di parole, gesti, situazioni quotidiane che sembra che portino via anche le proprie radici. Ma è proprio in questo momento di dolore, quando si ripensa al passato che riemergono memorie nascoste che portano alla consapevolezza dei valori trasmessi, in questo caso tramandati a me e ai miei fratelli Mariella e Giuseppe. 

Mio papà è stato un imprenditore ma anche un pittore fortemente legato, per quasi un secolo, alla sua terra, il Biellese. Nell'attività di impresario mio papà, insieme a suo fratello Mario, costruirono edifici privati e industriali, nelle nostre vallate, a Biella e nel resto del nord Italia. Ma mio papà ha coltivato anche la passione per la pittura, si è iscritto ad una scuola di Milano sotto la guida di insegnanti francesi dell’Ecole de Paris e negli anni che sono seguiti ha avuto come maestro il pittore Guido Mosca di Biella e successivamente ha frequentato lo studio del pittore Epifanio Pozzato sempre di Biella. 

Prediligeva la tecnica con colori ad olio ed acrilico e i suoi temi preferiti erano proprio le nostre vallate, i colori caldi dei pascoli estivi o le baite sotto la neve. Un autentico biellese che ha contribuito attraverso la sua attività di costruttore a cambiare il contesto del territorio partecipando alla realizzazione di vere e proprie nuove aree come l’Oasi Zegna ma anche osservatore della nostra natura, dei nostri luoghi che sapeva dipingere con tocchi delicati sia dal punto di vista dei tratti che dei colori. Sensibilità che lo ha accompagnato anche nella vita di tutti i giorni. Ha dipinto fino alla fine, fino a quando i suoi occhi glielo hanno permesso.

Buon viaggio papà e grazie".

Carla Fiorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore