COSTUME E SOCIETÀ - 10 gennaio 2021, 09:30

A Roppolo continua la gara di solidarietà

Le feste natalizie sono state l'occasione per donare. Il sindaco Renato Corona: "Alcuni cittadini hanno offerto il loro contributo per alleviare le sofferenze dei roppolesi meno fortunati, altri hanno donato durante la distribuzione dei calendari"

Foto di repertorio

Foto di repertorio

”Signor Sindaco, secondo le nostre consuetudini, ogni inizio d’anno, io e mio marito provvediamo a fare una piccola donazione a chi ha bisogno. Questa pandemia ha portato tristezza e disagi anche nelle nostre vite ma le restrizioni ci hanno concesso di tornare alla nostra casa di campagna a Roppolo dove abbiamo trascorso i mesi estivi, lontani dal clamore vacanziero e riscoprendo una realtà a noi cara che avevamo dimenticato. Erano almeno vent’anni che, per vicissitudini personali, cambio di città e lavoro, ci eravamo allontanati da quel luogo incantato e riscoprirlo questa estate è stato bellissimo, così come ritrovare vecchie conoscenze e stringere nuove amicizie. Pensi che ci siamo sposati proprio lì, al Castello di Roppolo, io e mio marito, tanto eravamo legati a quel luogo e ai paesi limitrofi. Avremmo pensato quest’anno di mandare il nostro piccolo contribuito a qualche roppolese in difficoltà”.

Questa la lettera che, durante le festività natalizie, il sindaco di Roppolo, Renato Corona, ha ricevuto da Maria Antonietta Serra e Cesare Lanza, ad accompagnare la loro donazione di 700 euro in favore dei Roppolesi in difficoltà. "Due persone splendide - dichiara il primo cittadino - che, pur non essendo residenti e mancando da Roppolo da molti anni, hanno voluto contribuire a questa nobile causa con la loro preziosa solidarietà".

Renato Corona esprime la sua immensa felicità nell'accogliere questo gesto: "Anche chi si allontana  da Roppolo, anche per molti anni, non si dimentica del paese, dei suoi abitanti, del territorio che ha tanto amato. Anzi, vuole tornare, ritrovare i vecchi amici e conoscerne di nuovi, riscoprire quel “luogo incantato” che tanto ha affascinato i loro cuori". L ’impegno di noi amministratori è di preservare questo territorio, così come fu lasciato da loro tanti anni fa, nello splendore della semplicità di questi luoghi, che da soli sanno raccontare una storia di stupore e d’incanto e farglielo ritrovare così un giorno, quando torneranno, offrendogli la meravigliosa bellezza delle nostre terre in un ambiente prodigiosamente incontaminato".

Maria Antonietta e Cesare sono un esempio della solidarietà che anima la comunità di Roppolo in tempi di pandemia. "Nel corso delle festività natalizie, - continua il sindaco - sono continuate le donazioni per alleviare le sofferenze delle famiglie in difficoltà, e ci sono state piccole importanti donazioni durante la distribuzione dei calendari".

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

SU