/ SPORT

SPORT | 20 dicembre 2020, 08:56

L'impresa di Francesco Surace: 5 ore e 6 minuti per la Vercelli-Oropa

L'atleta borgosesiano saluta un 2020 "horribilis" e lancia un messaggio di speranza per l'anno che verrà.

biella oropa

E' partito da piazza Cavour di prima mattina, sfidando le temperature invernali e un tragitto non certo agevole: ma in 5 ore e 6 minuti, l'atleta borgosesiano Francesco Surace ha concluso ieri la sua impresa raggiungendo il Santuario di Oropa.

Oltre 54 i chilometri percorsi, e 1.059 i metri di dislivello superati (il santuario biellese si trova a 1.159 metri di altitudine): ad attendere Surace, oltre alla neve che imbianca lo storico santuario, anche un gruppo di amici che ha seguito la sua impresa e tifato per il giovane atleta. Per Surace, borgosesiano di 26 anni, la prova è stata anche un sinonimo di valorizzazione del territorio, un atto di fede e simbolo di rinascita.

«Un bel modo per lasciarsi alle spalle questo 2020 - commenta - E poi è stato emozionante arrivare a Oropa e trovare loro, gli amici!». L’impresa, realizzata con il patrocinio del Comune di Vercelli si è conclusa davanti al Santuario della Madonna di Nera: a Surace, in mattinata, era stata donata una maglietta speciale, predisposta per lui, dalla Pro Vercelli e sotto l'egida di Endu, la piattaforma digitale per gli appassionati delle discipline sportive di resistenza, che ha invitato Surace a fare da “apripista” all’iniziativa “Escape from 2020”, evento di aggregazione virtuale organizzato dalla stessa Endu con lo scopo di chiudere simpaticamente il 2020 e dare il benvenuto al 2021: ora, l'obiettivo è guardare al futuro con l’energia e l’entusiasmo che lo sport regala a chi lo pratica.

Dalla redazione di Vercelli - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore