/ Biella motori

Biella motori | 09 dicembre 2020, 06:50

Auto elettriche, aumentano le vendite in Europa e nel mondo. Ma com’è l’esperienza di guida? FOTO e VIDEO

I pareri di chi sta guidando elettrico

Auto elettriche, aumentano le vendite in Europa e nel mondo. Ma com’è l’esperienza di guida? FOTO e VIDEO

Le auto elettriche, tra incentivi e vantaggi ambientali, stanno acquistando sempre più popolarità. Se guidare un’auto a benzina o a diesel è un’esperienza convenzionale, la guida in elettrico è sicuramente entusiasmante. Quali sono i vantaggi dell’elettrico? Quali sono le differenze rispetto alle auto tradizionali? Per sentire il responso di chi ha scelto di abbandonare il motore termico a favore di un motore a propulsione elettrica abbiamo intervistato Fabrizio Castagnetti, direttore del lanificio Zegna e Fabio A., nostro lettore.

Il gruppo Zegna, che detiene un parco auto di circa 15 veicoli, ha di recente acquistato anche una Hyundai Kona Electric. Il direttore Castagnetti ha spiegato cosa li ha spinti ad optare per un’auto elettrica: “Abbiamo deciso di acquistare questo veicolo per seguire, anche sotto l’aspetto della mobilità, la filosofia green che contraddistingue il nostro gruppo; ne è l’emblema l’Oasi Zegna”.
Circa l’esperienza di guida il direttore si è detto complessivamente soddisfatto: “Le risposte degli utilizzatori aziendali sono molto buone. Un punto a favore è sicuramente la capacità di accelerazione che, con le tre diverse regolazioni delle centralina, è perfettamente controllabile”.

Altra esperienza di guida a bordo della Hyundai Kona Electric è quella di Fabio A., il quale categorico ha esordito: “Non tornerei mai indietro e questo perchè in elettrico, oltre al risparmio in termini di consumo, è più piacevole a mio avviso anche l’esperienza di guida. Una guida del tutto simile a quella con cambio automatico con una differenza di reattività che risulta maggiore rispetto ad un motore termico. È vero, il prezzo d’acquisto è più alto di un’auto tradizionale ma il risparmio successivo e il ridotto impatto ambientale colmano il gap sia a livello economico che a livello morale. Per quanto concerne la ricarica non ho riscontrato alcun problema; con un minimo di pianificazione e con le numerose colonnine di ricarica presenti sul territorio, viaggiare in elettrico risulta piuttosto semplice” - conclude Fabio.

In sintesi ci sono sicuramente aspetti positivi, sia in termini di comfort di guida che di impatto ambientale. Qualche gap con il termico, come ad esempio l’autonomia, va colmato ma siamo senz’altro sulla buona strada per potenziare la salvaguardia del nostro pianeta.

Federico F. Alberto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore