/ SPORT

SPORT | 02 dicembre 2020, 08:46

Rhythmic School pronta a scendere in pedana alla Winter Edition

winter edition

Da venerdì 4 a martedì 8 dicembre si disputerà a Rimini la Festa della Ginnastica, evento clou dell’anno per la Federazione Ginnastica d’Italia, quest’anno denominata Winter Edition, perché spostata dalla tradizionale data di fine giugno/inizio luglio a dicembre a causa della pandemia Covid-19. Manifestazione che ha visto la partecipazione nel 2019 di quindicimila atlete e che la FGI ha voluto riproporre, come segnale di resilienza, anche in questo “difficile” 2020.

L’evento, al quale sono iscritte migliaia di atlete, andrà in scena presso i padiglioni della fiera di Rimini, che dispone di enormi spazi in cui verranno allestiti numerosi campi gara. L’accesso ai padiglioni fieristici, così come il riscaldamento delle ginnaste e lo svolgimento delle gare avverrà nell’osservazione rigorosissima del protocollo predisposto dalla FGI e nell’assoluto rispetto delle normative emanate dal DPCM in corso a tutela e salvaguardia della salute di tutte le persone coinvolte. Sedici saranno le RSgirls che scenderanno in pedana a Rimini con l’intento di far bene e cercare di raggiungere i vertici delle classifiche: lo scorso anno due furono i titoli nazionali conquistati dalle atlete della Scuola di Ginnastica d’eccellenza di Tatiana Shpilevaya.

Le atlete che difenderanno i colori della Rhythmic School corrispondono ai nomi di: Ginevra Bravaccino, Emma Bragante, Elena Pavanetto, Virginia Dao Bulfoni e Iris Marchesi nelle allieve A1; Giulia Sapino, Giulia Bocci, Ilaria Giabardo, Esther Sales Neto nelle allieve A3 e Beatrice Antorra, Nadia Dipalma ed Alessia Botto Steglia nelle allieve A4. Gareggeranno nella categoria junior J2 Giada Mello Grand, Angelica Garizio e Giada Vitale, mentre sarà impegnata nella J3 Gaia Ramella Pezza.

Accompagneranno le ginnaste nella trasferta riminese la DT Tatiana Shpilevaya e l’allenatrice Arianna Prete che così commentano la partecipazione: “Le difficoltà affrontate dalle atlete in questo 2020 sono state molteplici. Ma tutte le nostre atlete hanno fatto buon viso a cattiva sorte ed hanno sempre cercato di procedere con gli allenamenti in palestra quando possibile, ed a casa per i lunghi periodi in cui il palazzetto dello sport era off limit. Tutto ciò però non ha tolto loro la voglia di gareggiare e di misurare la loro capacità e preparazione con le loro avversarie. Le ginnaste si sono preparate per questo evento con grande volontà e sono pronte a dare il meglio di loro stesse in gara. Naturalmente sarà poi il campo a stabilire i valori e le relative classifiche a cui ci rimetteremo come di consueto, ma, in questo momento ancor più del risultato sportivo, a cui certamente miriamo, è importante dare alla gioventù l’opportunità di vivere esperienze formative e che, nel rispetto della massima sicurezza per la salute di ognuno, permetta loro di riprendere un cammino mirato al superamento dei difficili momenti che stiamo vivendo e che riporti alla normalità a cui tutti auspichiamo”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore