/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 02 dicembre 2020, 17:55

Nevicate diffuse nel Biellese e in tutto il Piemonte

neve biellese

Foto di repertorio

Dalla giornata di ieri, 1° dicembre, la neve si è manifestata nel Biellese e in tutto il Piemonte, con un peggioramento del tempo e nevicate su tutto l’arco alpino piemontese, con punti di intensità nettamente superiore sui settori meridionali.

A darne notizia l'Arpa Piemonte che in una nota apparsa sul proprio sito spiega: ”Le nevicate sono continuate fino alla metà della giornata odierna apportando dalle Alpi Cozie Sud alle Alpi Liguri valori medi di 35-50 cm di neve fresca cumulata a 2000m con punte massime di 45-60 cm in Val Vermenagna e valori inferiori sui 20-25cm nelle testate delle valli Stura e Maira. Spostandosi verso nord gli apporti decrescono in modo significativo e non superano i 10-20 cm a 2000m di quota. La quota neve è stata più alta dalle Alpi Cozie Nord alle Alpi Lepontine, collocandosi sui 600-800m, mentre sui settori meridionali ha raggiunto le zone di pianura con apporti considerevoli anche sotto i 1000m metri (circa 35 cm ad Entracque e Limone). Le nevicate sono state accompagnate da venti moderati dai quadranti settentrionali con rinforzi in quota soprattutto sul Cuneese che hanno determinato il rimaneggiamento della neve al suolo”.

Arpa conclude che “il grado di pericolo valanghe raggiunge il 3-Marcato sulle Alpi Liguri e Marittime orientali per la presenza di diffusi lastroni da vento a tutte le esposizioni, anche di spessore considerevole che possono generare valanghe anche di grandi dimensioni. Su  Alpi Cozie Sud il manto nevoso preesistente si presentava più esiguo e il grado di pericolo è 2- Moderato. Sui restanti settori il grado di pericolo è 1-Debole: la neve fresca è stata esigua e, generalmente, poggia direttamente sul suolo nudo”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore