/ Cronaca dal Nord Ovest

Cronaca dal Nord Ovest | 27 novembre 2020, 15:34

Dal Nord Ovest - Arrestato, Arsenio Lupin 2.0 si complimenta con i poliziotti per il lavoro svolto

Questa volta aveva forzato l'ingresso di un residence di via San Domenico. Per lui una decennale carriera criminosa.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Lui è un professionista del settore che vanta una carriera decennale alle sue spalle. Loro lavorano per contrastare l’operato di figure criminose. Questa non è la prefazione del solito racconto a tinte noir ma la cronaca di un intervento effettuato dagli agenti della Squadra Volante domenica sera.

Sono circa le 22 ed il custode di una struttura ricettiva, in via San Domenico a Torino, scorge un individuo aggirarsi all’interno del residence. E’ vestito di scuro, cela la propria figura nel buio della notte. Il custode lo segue attraverso l’impianto di videosorveglianza. Pochi secondi, e il soggetto forza la porta della reception per poi accedere al suo interno. L’occhio che lo seguiva da lontano allerta il 112 NUE.

Una manciata di minuti e la pattuglia è sul posto. Raccolte le prime informazioni utili, gli agenti si avvicinano alla porta, ormai scardinata, della reception. L’attività del reo produce un suono inconfondibile: una cassetta metallica violata nel suo contenuto. Intuito quanto stesse accadendo, i poliziotti accedono all’interno del locale e trovano un uomo, cittadino italiano di 48 anni, intento a nascondere nella propria giacca diversi fogli di banconote, per un totale di oltre 500 euro, e un telefono aziendale.

Alla vista degli operatori, il quarantottenne non si scompone ma sorpreso dall’operato dei poliziotti, si congratula personalmente con loro. L’uomo è stato arrestato per furto e sanzionato perché fuori dal proprio domicilio senza valido motivo.

Dal nostro corrispondente a Torino - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore