/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 24 novembre 2020, 15:59

Amici dell'Ospedale di Biella: nuovo direttivo e riconferma per il presidente Galligani

"Lavorare insieme per l’Ospedale, lavorare insieme per il territorio”.

Amici dell'Ospedale di Biella: nuovo direttivo e riconferma per il presidente Galligani

Venerdì 20 novembre si è riunito in collegamento on line, il Direttivo dell’Ass. AMICI dell’OSPEDALE DI BIELLA, eletto nell’assemblea generale del 30.10.2020, alla presenza anche  dei membri eletti nel Gruppo  consultivo. Su proposta del  dott. Adriano Guala, accolta all’unanimità da tutti i membri del Direttivo,  il dott Leo Galligani, Presidente dimissionario, viene invitato a mantenere ancora la carica di Presidente, vista la grande emergenza attuale e le sue consolidate competenze e capacità relazionali.

“Accetto - afferma il dott Galligani - per senso di responsabilità di ricoprire ancora il ruolo di Presidente  per la durata del periodo critico che stiamo vivendo, per favorire la continuità che sarebbe problematico interrompere adesso. Vi sono grato per aver voluto che continuassi io a presiedere l’Associazione Amici dell’Ospedale, spero di non venir meno alla vostra fiducia. Ero convinto che fosse tempo di avere un Presidente dotato di “software” appropriati per l’attuale momento storico anche per cultura informatica. Cosa che deve comunque essere obiettivo da porsi.

I sei anni trascorsi ci hanno dato una identità che penso sia il motivo della fiducia nella nostra associazione riconosciuta come “Ponte sicuro” per portare aiuto all’Ospedale, nelle cui stanze si versano le lacrime di gioia e di dolore le più importanti della vita. Dobbiamo adeguarci al nuovo e crescere; è necessario unire, più che in passato, le nostre forze. Tutti insieme. Vediamo quanto sia indispensabile adesso ricorrere all’uso di tecnologia e metodi digitali, la nostra storia è bella e ci ha dato l’identità che abbiamo. Il Covid ha accelerato i tempi: non pensiamo di sostituire il pur artigianale nostro storico da cui attingere lo spirito, i sentimenti e gli entusiasmi, siamo però convinti che il “triennio del Covid” debba essere affrontato con mezzi analoghi alle donazioni che facciamo. Nulla sarà banale. Bisogna crederci. 

Il triennio che ci aspetta sarà complicato ed impegnativo nelle decisioni e nelle strategie, oculato per quanto riguarda gli investimenti e la ricerca di fondi in conformità con gli orientamenti regionali e provinciali nella conduzione dell’Ospedale di Biella. Fondamentale che  la collaborazione da parte di tutti sia massima, che ci sia un affiancamento al Presidente, una definizione e assegnazione dei compiti con possibilità di avvicendamento, nonché la creazione di gruppi di lavoro anche  con figure esperte di tecnologia ”.

Confermate anche le altre cariche all’interno del Direttivo: dott Adriano Guala (Vicepresidente), dott Pierangelo Ogliaro (tesoriere) sig.ra Marina Santangelo (segretaria),. Gli altri membri del direttivo eletti,  Paola Neirotti, Eugenio Zamperone, Grazia Germanetti, Mariella Biollino, Gabriele  Colombera,  collaboreranno, a seconda delle loro competenze, a supporto del Presidente, della segreteria, del tesoriere ecc. Revisore dei conti sarà il dott. Domenico Calvelli.   

Il Comitato Consultivo ed il Gruppo Esecutivo sono formati da persone motivate che, fin da subito,  hanno dato competenze e disponibilità a partecipare  a vari gruppi di lavoro :  Melania Vaccaro, Antonella Libretti, Lauretta Ruffino, Alfredo Bagnasacco, Giorgio Caneparo, Laura Zonco, Carmen Fantauzzo, Ermenegildo Vignazia, Giuseppina Zanierato.  Il Presidente sottolinea ancora  la necessità di un cambio di passo, da un passato storico e quasi  pionieristico ad un presente tecnologico ed in linea con l'evolversi della situazione. Ecco perché importanti saranno i gruppi di lavoro per nuovo impulso da dare al sito, alla comunicazione sui social, alla ricerca fondi in raccordo con l’Ospedale, al collegamento con i numerosi soci ecc.   

“L’imprevista e drammatica anomalia di quest’anno conclude il Presidente rieletto dott Leo Galligani- merita riflessioni particolari e pertinenti. Pensare di dare continuità e riallacciarsi al passato credo sia irrealizzabile e per molti versi non augurabile. Cardini della nostra associazione sono: la mission di migliorare servizi dovuti perché finanziati col prelievo fiscale e la fiducia nel senso di appartenenza ad un territorio che da sempre ha partecipato a sostenere il proprio Ospedale. Così siamo nati. Queste le radici, questa la linfa vitale. L’Ospedale è cosa viva ed in continuo evolversi, come il progresso sociale, scientifico e tecnologico con cui tengono il passo le esigenze delle persone.

Nei sei anni trascorsi abbiamo aggiunto ai servizi, gratuiti per diritto, cose che ne hanno elevato la qualità. Quest’anno, travolti dallo tsunami, abbiamo posto davanti a tutto l’evidente drammaticità dell’urgenza e siamo stati determinanti per la celerità, qualità e quantità dei fabbisogni concordati con l’ASL. Tant’è che nella seconda ondata non c’è stato bisogno di alcun ritocco. Certo, eravamo spronati dallo straordinario apporto delle donazioni affidate a noi. Quest’onda lunga, oltre a far vittime, mette a dura prova le capacità di risposta di tutto il personale sanitario e porta lo sconquasso nel sociale. Far fronte a tutti questi danni è problematico e guardare al dopo è preoccupante. La nostra rinascita da questo magma dovrà essere di “uomini nuovi per il futuro.”                                                                                                                 

L’associazione Amici dell’ospedale nel 2020  ha raccolto fondi per oltre 1.800.000 euro, di cui 1.200.000 già utilizzati, in accordo con L'Ospedale, per l’acquisto di dispositivi di protezione e tecnologia necessari ai vari reparti. La disponibilità residua, con le donazioni che continuano a pervenire, sono e saranno utilizzate secondo il volere dei donatori. La stragrande maggioranza delle oblazioni ha avuto come causale l’emergenza COVID, una parte non ha condizionamenti, una parte è pre-covid. Ogni donazione, singola o sommata ad altre, viene abbinata ad un investimento e tutto viene riferito, assieme ai ringraziamenti dell’Associazione e dell’ASL, ai rispettivi donatori Puoi sostenere anche tu la raccolta fondi a sostegno dei reparti dell’Ospedale di Biella : https://www.donosalute.it                                                            

comunicato - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore