/ CRONACA

CRONACA | 21 novembre 2020, 16:08

Anche il Soccorso Alpino Piemontese impegnato nella lotta al coronavirus

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Oggi pomeriggio la prima squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese ha preso servizio nel nuovo ospedale da campo per pazienti affetti da Covid-19, allestito a Torino Esposizioni. Nelle scorse settimane, la Regione Piemonte aveva chiesto al Soccorso alpino, in virtù delle proprie competenze tecnico-sanitarie, la disponibilità di volontari da utilizzare per mansioni di carattere logistico e a supporto dei ricoverati all'interno della nuova struttura. Al momento, numerosi di operatori di tutta la regione hanno dato la propria disponibilità per coprire i primi 8 turni.

Ogni squadra verrà impiegata per 7 giorni: 1 giorni di formazione, 5 giorni di servizio e 1 giorno di passaggio di consegne. Gli operatori, per tutta la durata del servizio, saranno isolati dalle proprie famiglie e verranno impiegati sulle 24 ore nell'ospedale. Forniranno supporto logistico all'organizzazione dell'ospedale e sostegno alle necessità dei pazienti.

"Innanzitutto ringrazio i tecnici che hanno dato la disponibilità per questa operazione un po' insolita - ha dichiarato Luca Giaj Arcota, presidente del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese -. Si tratta di uno scenario di intervento inedito per la nostra organizzazione, ma come in occasione delle grandi emergenze di Protezione Civile del nostro Paese, da Amatrice a Rigopiano, il Soccorso Alpino è pronto a dare il proprio contributo".

Comunicato Stampa Soccorso Alpino - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore