/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 18 novembre 2020, 06:50

Traguardo storico per il coro La Campagnola, 50 anni di storia e concerti

coro campagnola mottalciata

50 anni e non sentirli. In questi giorni il coro La Campagnola ha festeggiato il mezzo secolo di fondazione. Per l'occasione, i membri del coro hanno inviato una lettera per commemorare il momento.

Questo il testo: “50 anni si fanno una volta sola! Questo ci siamo detti, pensando al 2020, ed immaginando di organizzare un anno di festeggiamenti, di gioia, di eventi, di incontri, di canti… avevamo programmato con attenzione concerti e serate, trasferte e rimpatriate, momenti che sarebbero rimasti impressi nella memoria… ma certo, nessuno poteva immaginare che avremmo trovato sulla nostra strada un anno bisestile come quello che stiamo vivendo, non potevamo pensare che la sorte potesse accanirsi così, facendo in modo che quello che doveva essere per noi un anno di celebrazioni, si trasformasse in un anno strano, difficile, drammatico. E allora quello che avrebbe dovuto essere l’anno dell’anniversario, delle rievocazioni, si è trasformato in un lungo periodo di fatica, di buio… di paura, dove quello che prima ci sembrava importante, come le piccole cose della nostra vita, e quindi anche come il festeggiare 50 anni di coro, è diventato marginale, insignificante, di fronte alle difficoltà enormi, agli eventi a volte tragici, che tutti ci siamo trovati ad affrontare. In un momento così difficile però, quando tutto sembra passare in secondo piano, un piccolo pensiero alla nostra storia, quasi un flash della nostra vita corale, vogliamo comunque farlo: il coro La Campagnola, nato nel maggio del 1970, proprio il 15 novembre dello stesso anno, quindi esattamente 50 anni fa, teneva il suo primo concerto! In occasione della ricorrenza di Santa Cecilia il coro, con indosso la tipica camicia a quadri, ancor’oggi indossata, si esibiva per la prima volta, diretto da Gigi Bertorelli, nell’allora Chiesa “nuova” di Mottalciata, insieme alla locale banda musicale. Di fronte al parroco, il giovane don Luigi Passuello, ed al cospetto di un folto e soprattutto curioso pubblico, il coro presentò ben sette brani (in realtà gli unici allora in repertorio…) ottenendo i complimenti, senz’altro sinceri, ma altrettanto accondiscendenti e benevoli, dei presenti. Nonostante l’entusiasmo giovanile, nessuno avrebbe allora immaginato, che si trattava del primo passo di un cammino che ha attraversato 50 anni di vita di molte persone, e non solo coristi, 50 anni di storia della nostra terra, assaporata attraverso i nostri canti, 50 anni di vita fatta di condivisione, di passione, di sorrisi e di rimbrotti, di salite e di discese, di discussioni e di riappacificazioni, di fatiche e di soddisfazioni, una storia simile a quella di molti altri cori, ma proprio per questo unica e irripetibile, e cosa ancor più importante, una storia che ancora oggi è viva e dà i suoi frutti. Tanti sono i volti, i sorrisi, le voci, che ci vengono in mente pensando a questi anni pieni di entusiasmo, ma è doveroso lasciare che il nostro pensiero vada a chi, tanti anni fa, unendo passione ed incoscienza, con il tremito dell’emozione, ha cantato per la prima volta di fronte ad un pubblico, a chi ha dato vita a questa realtà che noi abbiamo la fortuna di vivere, una realtà che noi abbiamo ereditato, o forse meglio, che abbiamo ricevuto in prestito, affinché curandola con pazienza ed amore, la si possa far crescere e lasciare a nostra volta a chi verrà dopo di noi. E’ quindi pensando a chi c’è stato prima di noi ed oggi vive nei nostri ricordi, a chi ha vestito questa divisa, a chi è stato un “campagnolo”, ma anche a chi lo è oggi e a chi, non lo sa ancora, ma lo sarà domani, che ci diciamo che se è vero che La Campagnola non ha mai fatto cose banali, che non si è mai allineata, e che quindi, se è vero che chiunque sarebbe capace di festeggiare il 50° anniversario, allora potete stare tranquilli, vi diamo già sin d’ora l’appuntamento, perché noi festeggeremo il 51°”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore