/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 10 novembre 2020, 06:50

Un brano musicale per raccolta fondi a Rosazza sulle note di David Bowie: ecco l’idea di due fratelli

Si chiamano Giovanni Panato, 36 anni, chitarrista jazz e blues, e Vittoria Panato, 51 anni, violinista classica.

fratelli valle cervo

Un brano musicale per aiutare nella ricostruzione della Valle Cervo dopo la terribile alluvione del 2 e 3 ottobre. Protagonisti della lodevole iniziativa due fratelli biellesi legati dalla passione per la musica e l’amore per le vallate dell’alta Valle del Cervo.

Lui, Giovanni Panato, 36 anni, chitarrista jazz e blues, con un passato di formazione classica; lei, Vittoria Panato, 51 anni, violinista classica specializzata in musica barocca. Insieme hanno trovato un punto d’incontro suonando sulle note di Life on Mars di David Bowie in un video amatoriale che ha riscosso un grande successo sui social. “Nelle scorse settimane, nei ritagli di tempo, ho lavorato sull’arrangiamento di questo brano sentito per caso in radio – confida Giovanni – Ascoltando quella canzone mi è venuta l’idea di arrangiarla, coinvolgendo al violino mia sorella, con l’obiettivo di raccogliere qualche fondo per l’alluvione che un mese fa ha saccheggiato pesantemente la nostra Valle Cervo. In realtà il brano non ha nulla a che vedere con quello che è successo: è solo un gran bel pezzo adatto per l’occasione”.

A distanza di un mese, restano fisse nella sua mente le immagini di quel disastro che ha spezzato ponti e annientato intere strade. “Ho provato un po’ di disorientamento – sottolinea il musicista biellese – Alla Valle Cervo mi legano molti ricordi d’infanzia. Frequento molto spesso queste vallate: vuoi in cerca di funghi o nei torrenti a pescare. Non è stato bello assistere a ciò che avveniva in quelle ore”.

Al termine del video, l’appello a partecipare alla raccolta fondi indetta dalla Pro Loco di Rosazza per la ricostruzione dopo l’ondata di maltempo. “Avrei voluto farlo prima ma purtroppo ci vuole tempo per fare queste cose – conclude – Sono consapevole che il periodo non è dei migliori e siamo tutti in difficoltà ma contribuiamo a dare una mano a queste comunità”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore