/ CRONACA

CRONACA | 27 ottobre 2020, 17:18

Le campane di Chiavazza suonano per l'ultimo saluto a Genny Billotto

Chiesa parrocchiale gremita così come all'esterno.

Foto Studio Fighera

Foto Studio Fighera

I rintocchi delle campane della chiesa parrocchiale di Chiavazza rompono il silenzio di famigliari, amici e conoscenti, in un pomeriggio autunnale soleggiato. L'ultimo straziante saluto è per Genny Billotto, la 29enne colta da un malore fatale, nella notte tra venerdì e sabato scorso, nell'alloggio di papà Gian Carlo. 

Non ci sono parole in questo frangente, non esistono se e ma. Solo dolore. Forte. Al cuore. Genny era insegnate all'Istituto comprensivo Biella 3 al Villaggio Lamarmora. Era sportiva, adorava il motocross come suo papà. E' stata tradita dal suo cuore, lo stesso "che sentivano tutti i giorni i suoi e le sue alunne che l’avevano accolta a settembre, con enorme entusiasmo, appena avevano saputo che sarebbe tornata ad insegnare nell'Istituto" scrive sui social la comunità scolastica di "Biella 3". 

Oggi l'ultimo saluto terreno a Genny. E la testimonianza di quanto fosse amata è arrivata dalla chiesa gremita che ha dovuto lasciare fuori altrettante persone, ancora avvolte dall'incredulità della sua scomparsa. 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore