/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 27 ottobre 2020, 10:46

Corradino sui ricoveri: “Da 33 a 62 in 5 giorni: dato che preoccupa”. E su chiusure alle 18: “Scelta disastrosa”

Il sindaco di Biella ha parlato della situazione sanitaria nel Biellese e del nuovo Dpcm nel corso della consueta diretta Facebook.

corradino ricoveri chiusure

“Mi sono confrontato con l'Asl Biella e i numeri dei ricoverati in ospedale stanno aumentando: mercoledì scorso erano 33, oggi (lunedì ndr) sono 62. È un dato che preoccupa in una realtà come Biella dove tutto è abbastanza controllato e non c'è un via vai come in altre zone. Al momento le persone in rianimazione sono 5, 22 in pneumologia e malattie infettive, 13 in semi infettive e 22 in semi intensità”. 

Questi i numeri elencati dal sindaco di Biella Claudio Corradino nel corso della consueta diretta Facebook dove ha parlato della situazione sanitaria nel Biellese e del nuovo Dpcm. “Tra questi in ospedale ci sono anche giovani, ma sono in grado di riprendersi – prosegue Corradino - Nessuno è in pericolo di vita e mi auguro che presto possano tornare a casa dalle loro famiglie. Andando avanti a fare tamponi è chiaro che c'è molta più gente in quarantena. Prima erano 222, ora sono 318”.

Non poteva mancare anche un giudizio sulle nuove misure che impongono le chiusure alle 18. “Decisione demenziale e disastrosa ma finchè è legge che possiamo farci – sottolinea il primo cittadino – Capisco che c'è un'emergenza e i numeri stanno aumentando ma si stanno prendendo delle decisioni che hanno un impatto devastante nella vita delle persone: al Governo stanno sbagliando. La gente chiede di lavorare”.

Sulla chiusura dei ristoranti, Corradino è categorico: “Non credo che il ristorante sia il posto dove si diffonde maggiormente il virus. Le distanze sono accettabili, norme di prudenza. Mi spiace per gli amici ristoratori che hanno pagato tanto e sacrifici enormi. Ci troviamo di fronte ad un mini lockdown. Dicono che se faremo così avremo un Natale un po' più libero. Speriamo”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore