/ EVENTI

EVENTI | 26 ottobre 2020, 14:32

#fuoriluogo festival, lettera aperta alla città

C’è aria di tempesta, ma va cavalcata l’onda e tenuto d’occhio l’orizzonte. Non potevamo perdere l’occasione di portarvi ancora una volta #fuoriluogo. Il 5 novembre appuntamento in Biblioteca. 40 i posti a disposizione.

#fuoriluogo festival, lettera aperta alla città

In tempi incerti, nessuna promessa è debito. Così #fuoriluogo non avverrà, o almeno non avverrà come avremmo voluto accadesse: in presenza. Seduti a un metro di distanza, ben igienizzati, mascherati e in sicurezza. Era tutto pronto.

In questa edizione #fuoriluogo avrebbe regalato a Biella ed ai biellesi un’edizione ancora più speciale, con importanti ospiti del mondo della letteratura, del cinema, del giornalismo, dell’arte e dell’economia. Ma il virus è tornato, e non è un’opinione, e non dev’essere argomento di discussione. Non possiamo, non vogliamo, mettere a rischio la salute dei partecipanti a un festival, che - prima d’ogni cosa - si fa portatore del messaggio insito nel suo stesso nome: dev’essere una festa. E alle feste non si può, non si deve, star male, alle feste ci si va pronti ad allietarsi, a sollevarsi, ad alleggerirsi.

Oggi, e ancora per un po’, alle feste dobbiamo rinunciare, aspettando il giorno in cui potremo tornare ad abbracciarci e a stringerci, di nuovo e ancora. #fuoriluogo tornerà, più forte, più vivo, più vicino che mai, dal 14 al 16 maggio 2021. In tempi incerti, la rotta va cambiata. Così, coraggiosi e intrepidi, abbiamo dirottato il cammino verso un altro terreno: il mondo online. #fuoriluogo avverrà.

A partire dal 16 novembre, e per le tre settimane successive, saranno pubblicati, sul nostro sito (www.fuoriluogobiella.it) e canali social, una serie di interventi con importanti ospiti dello scenario culturale italiano contemporaneo: scrittori, artisti, giornalisti, autori… A dare il via alla serie di incontri ricordiamo l’appuntamento, unico in presenza, che si terrà il 5 novembre alle ore 18,30 in Biblioteca Civica dal titolo “Disegnare un mito” durante il quale l’artista biellese Piero Crida, autore della copertina de Il signore degli Anelli, racconterà, in dialogo con Beppe Anderi, come nasce la copertina di un libro di culto.

Ci saranno a disposizione 40 posti a prenotazione obbligatoria. C’è aria di tempesta, ma va cavalcata l’onda e tenuto d’occhio l’orizzonte. Non potevamo perdere l’occasione di portarvi ancora una volta #fuoriluogo.

Lettera #fuoriluogo festival - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore