/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 24 ottobre 2020, 07:30

“Cucina di una volta, saggezza e buone maniere”. Un omaggio da leccarsi i baffi

A partire da mercoledì prossimo, chi acquista una copia de La Nuova Provincia di Biella, il lettore potrà iniziare la raccolta. "Proposti piatti facilmente realizzabili, per un percorso tra le ricette di casa di oltre mezzo secolo".

“Cucina di una volta, saggezza e buone maniere”. Un omaggio da leccarsi i baffi

“Cucina di una volta, saggezza e buone maniere”. E’ questo il titolo di uno straordinario libro a fascicoli che i lettori de La Nuova Provincia di Biella riceveranno in omaggio a partire da mercoledì 4 novembre. L’opera, realizzata dallo chef Alberto Regis e dalla professoressa Lelia Zangrossi, si basa sui  “quaderni neri”, quei libricini che ogni buona massaia utilizzava per tenere diligentemente ordinate le proprie ricette.

I dodici fascicoli (più il raccoglitore) sono il risultato di una selezione che, nel proporre piatti facilmente realizzabili, permette di fare un percorso tra le ricette di casa di oltre mezzo secolo. “L’idea di questo lavoro - spiega il prof. Alberto Regis - nasce da un'analoga pubblicazione, in unico volume, da me curata lo scorso anno,  realizzata a partire da un quaderno di ricette proveniente da un ristorante di Oropa. In questo caso, però, il materiale di partenza è composto da un impressionante numero di ricette. 

Quando ho proposto, visto il mio interesse per la storia della cucina, non solo locale, di trarre da quel materiale qualcosa di pubblicabile, non avevo idea della mole di lavoro che questo avrebbe comportato.“Nel volgere di pochi giorni - prosegue il prof. Regis - mi sono visto arrivare, opportunamente scannerizzate, oltre un centinaio di pagine di quelli che, in tutta evidenza, erano stati i fedeli compagni, per molti decenni, di “donne di casa” della piccola e media borghesia, che vi avevano annotato i loro “segreti” culinari.

“Quando, diversi anni fa - racconta la prof.ssa Lelia Zangrossi -, abbiamo iniziato a raccogliere i cosiddetti 'quaderni neri' delle nonne, le ricette che abbiamo trovato ci hanno incuriosito, e fatto desiderare di provarle. Per tale ragione nasce questa iniziativa. Solo ricette però  sarebbe stato un poco riduttivo, vista la quantità di volumi dedicati al settore. E così è stato costruito questo particolarissimo manuale dove si parla non solo di cucina…".

“Infatti - prosegue la storica - ci sono anche norme comportamentali che sono sempre valide, anche se appartengono al XIX secolo. Il come comportarsi  quando si è invitati o quando si ricevono ospiti, la disposizione dei convitati, lo stare a tavola.  Abbiamo scelto tutte quelle norme che riguardano il comportamento delle persone ed ora più che mai c’è sembrato importante ricordarle. Certe potrebbero essere un po’ anacronistiche ma leggendole con attenzione si scopre che non lo sono affatto.

Abbiamo pertanto voluto proporre un piccolo galateo che parte dal comportamento delle persone, adulti e giovanissimi, per poi trattare gli aspetti più tecnici che sono da considerare quando si deve predisporre  una colazione o un pranzo, servire un the o un cocktail, per non sbagliare, e far sentire i propri ospiti perfettamente a loro agio oltre a far gustare ottime pietanze… ovvero abbiamo fornito alcune indicazioni, da osservare, relative alla preparazione della tavola, ai decori, alla scelta delle pietanze e ai menu".

“Non solo - prosegue la prof. ssa Zangrossi -, abbiamo pensato che poteva essere interessante immergerci nel passato, aprire le vecchie credenze per riportare alla luce stoviglie e pentole di altre epoche e soprattutto incuriosirci. Spiegare anche come erano le cucine di un tempo, come si cuocevano i cibi e con che stufe".

“Infine - conclude l’autrice -, tra le ricette di cucina abbiamo trovato riferimenti a medicamenti o rimedi per la casa e da lì è  nata un’altra idea, quella di avere una parte di questo lavoro dedicata alle erbe aromatiche, alle loro proprietà, all’uso in cucina e ai rimedi naturali dati da infusi, decotti e tanto altro”.

Redazione - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore