/ Casa Edilizia

Casa Edilizia | 09 ottobre 2020, 17:37

Cosa sono le biomasse e come incidono nella vita di tutti i giorni

Cosa sono le biomasse e come incidono nella vita di tutti i giorni

In Europa i governi sono da tempo impegnati nel raggiungimento di ambiziosi obiettivi di sostenibilità ambientale attraverso il progetto del Green Deal europeo, il cui obiettivo è trasformare il nostro continente, rendendolo entro il 2050 una zona a impatto climatico zero.

Secondo i dati Eurostat, dal 2004 al 2018 l’uso delle energie rinnovabili è quasi raddoppiato, arrivando a pesare per l’8,3% nel settore dei trasporti e superando il 20% nel riscaldamento e nel raffrescamento.

Quest’anno le fonti rinnovabili hanno battuto un record importante, come rilevato dall’analisi trimestrale del sistema energetico realizzata dall’ENEA. In particolare, nel secondo trimestre 2020, nonostante una diminuzione del 22% dei consumi energetici dovuta all’emergenza sanitaria e al lockdown, le fonti rinnovabili utilizzate a fini energetici hanno sorpassato la quota del 50%, contribuendo all’abbattimento del 26% delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera.

Nel dettaglio, a fronte di una riduzione del consumo di petrolio del 30%, del metano del 18% e delle importazioni di energia elettrica del 70%, l’energia prodotta usando fonti rinnovabili è cresciuta del 7%.

In questo contesto si inseriscono soluzioni alternative come le biomasse, una fonte green basata sul principio del riutilizzo delle risorse di scarto, in grado di assicurare una serie di benefici importanti.

Cosa sono le biomasse e come vengono impiegate

Le biomasse permettono di produrre calore dalla combustione di residui provenienti da attività agroalimentari, dalla lavorazione del legno, dagli allevamenti di bestiame e dal settore della manutenzione forestale. Si tratta di risorse preziose, in quanto il riutilizzo di tali residui ne evita la dispersione nell’ambiente e consente di abbattere i costi di smaltimento di tali scarti.

Il materiale di origine organica e vegetale, come ramaglie, trucioli, alghe marine, tronchi secchi e residui delle industrie alimentari, una volta che viene trasformato in una risorsa utilizzabile a fini energetici consente di produrre energia elettrica, biocombustibili e calore per il riscaldamento, il raffrescamento e l’acqua calda sanitaria. Questi processi permettono di ridurre sensibilmente l’emissione di CO2 nell’atmosfera, per una fonte a basso impatto ambientale con un elevato rendimento energetico.

Inoltre, le biomasse possono essere impiegate sia per fini aziendali, industriali o privati, ad esempio per alimentare impianti di riscaldamento domestici, sia all’interno di centrali a biomasse per la produzione di energia elettrica e la sua distribuzione localizzata.

Allo stesso tempo, è possibile lavorare le biomasse per ottenere biocombustibili, come il biodiesel e il biogas: un’operazione che richiede un apporto considerevole di materie prime attraverso apposite coltivazioni dedicate.

Perché scegliere un impianto di riscaldamento a biomasse

Negli ultimi anni le istituzioni italiane hanno posto l’accento sull’importanza dell’uso delle biomasse, in particolare adoperando questa risorsa per il riscaldamento e il raffrescamento domestico.

Si tratta di una strategia con cui si mira ad adeguare il nostro Paese agli obiettivi europei di decarbonizzazione, in quanto il settore del riscaldamento e della climatizzazione pesa per quasi il 50% del fabbisogno termico europeo.

Secondo l’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA), negli ultimi 10 anni è diminuito il consumo di energia, un risultato raggiunto grazie a una maggiore efficienza energetica e al passaggio graduale dai combustibili fossili alle fonti rinnovabili e pulite.

In quest’ottica, il riscaldamento a biomasse rappresenta senza dubbio un’alternativa importante a cui guardare per un futuro sempre più sostenibile.

Le biomasse costituiscono dunque una fonte rinnovabile fondamentale per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, il riutilizzo delle risorse naturali e l’aumento dell’efficienza energetica, soprattutto per rendere più sostenibile il riscaldamento e la climatizzazione delle abitazioni.

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore