/ ECONOMIA

ECONOMIA | 07 ottobre 2020, 15:34

Filo 2002, si apre oggi a MiCo la 54a edizione VIDEO

filo

Dida foto

Si apre oggi a Mico – Milano Convention Center (via Gattamelata 5) la 54a edizione di Filo, Salone internazionale dei filati e delle fibre per tessitura ortogonale e a maglia circolare e per tessili tecnici. La fiera si conclude domani, 8 ottobre 2020. Filo è aperta dalle 9 alle 18 nel primo giorno e dalle 9 alle 17 nel secondo. A Filo sono esposti filati di grandissima qualità, destinati all’alto di gamma e prodotti da aziende che fanno della sostenibilità, della ricerca e dell’innovazione le loro parole d’ordine.

Paolo Monfermoso, responsabile di Filo, afferma: «È con emozione che diamo il via oggi alla 54a edizione di Filo. Sono stati mesi difficili per il nostro comparto e per tutto il settore tessile, ma con le aziende che espongono a Filo abbiamo mantenuto un dialogo e una vicinanza continui, che ora ci permettono di essere la prima fiera del settore filati a riproporsi in forma fisica. Per prodotti come quelli esposti a Filo, la fiera fisica è infatti imprescindibile e determinante: il digitale aggiunge un valore ulteriore, ma non può essere un sostituto del contatto diretto tra espositore e cliente. Ovviamente, rimangono incertezze sui mercati. Tuttavia, nonostante la pandemia che continua a preoccupare in paesi a noi molto vicini, siamo soddisfatti del numero degli espositori e dei dati sui visitatori che si sono pre-registrati. Qualche difficoltà in più si registra inevitabilmente sul lato dei buyer stranieri: incidono le restrizioni ancora in atto sugli arrivi dall’Asia e dagli Stati Uniti e l’alta diffusione del virus che si registra in Francia, Spagna, Regno Unito e la stessa Germania, che sconsigliano i viaggi all’estero da quei paesi. Insieme a Ice-Agenzia – con cui manteniamo una stretta collaborazione – stiamo perciò pensando a nuove soluzioni per coinvolgere i buyer esteri. A conferma delle importanti sinergie costruite da Filo in questi anni, voglio ricordare le storiche collaborazioni con Sistema Moda Italia e con Milano Unica, che ha fatto da apripista per il ritorno delle fiere in presenza e che in un reale gioco di squadra oggi idealmente ci passa il testimone nello sforzo di rafforzare l’eccellenza della nostra filiera tessile. In questa 54a edizione si aggiunge poi la presenza istituzionale di Acimit, che mostra la continuità tra i produttori di macchinari tessili e i produttori di filati. Il tema che ispira tutta la 54a edizione di Filo è la sostenibilità etico-sociale e ambientale. Ben il 68 per cento delle aziende espositrici ha già aderito a FiloFlow, il nostro progetto di sostenibilità, al quale dedichiamo anche un’ampia presenza nell’Area Tendenze. Ma il tema della sostenibilità si lega anche a un’altra questione fondamentale per il futuro dell’industria tessile-abbigliamento: quello della formazione. Siamo perciò onorati che la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina abbia voluto inviarci un video-messaggio per l’apertura di Filo. E siamo altrettanto gratificati dalla visita in fiera dell’assessore alla Formazione, istruzione e lavoro della Regione Piemonte, Elena Chiorino».

Conclude Monfermoso: «Pur nelle tante difficoltà del periodo, siamo dunque fiduciosi di aver costruito le premesse per una 54a edizione di Filo che risponda, come di consueto, alle esigenze e alle aspettative di espositori e visitatori». Per la 54a edizione di Filo le proposte sviluppo prodotto elaborate da Gianni Bologna, responsabile creatività e stile del Salone, si ispirano a “Riflessioni cromatiche”. Spiega Gianni Bologna «Prendere spunto da un elemento così elementare e diretto quale il colore ci permette di accennare al prossimo atteggiamento dei consumatori del lusso, mercato capitale per il Made in Italy, che si orienterà verso un look molto più pacato, un lusso in qualche modo “silente”, basato più chiaramente sulla qualità intrinseca del prodotto e della sua elaborazione e assai meno sullo show-off. È un “nuovo” minimalismo che prevede alcuni “presupposti”: coscienza ambientale, coscienza etica e rispetto per la perizia nel lavoro».

Comunicato stampa Filo g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore