/ Casa Edilizia

Casa Edilizia | 05 ottobre 2020, 07:20

Quali sono i trend delle coperte nell'inverno 2020

Quali sono i trend delle coperte nell'inverno 2020

Al tramonto dell’estate, alla soglia dell’autunno, in attesa dell’inverno. Una scala gerarchica dal punto di vista stagionale e meteorologico che si rinnova, come di consueto, di anno in anno e costringe gli individui a rivedere i propri capi e gli outfit da riporre nel cassetto.

Non è ancora il momento di fare alcun cambio di stagione, sia ben chiaro. Si è ancora lontani da quell’orizzonte. Ma all’orizzonte, per l’appunto, si preannuncia una stagione invernale dove bisogna tenere a portata di mano qualsiasi ausilio che possa allietare e facilitare la vita di tutti i giorni.

Le coperte sono quell’idea di fondo sempre vincente, sempre utili, che non guasta mai e fa felici tutti, soprattutto in tempi freddi e particolarmente gelidi. Una coperta o un plaid di lana aiutano certamente ad affrontare al meglio determinate condizioni atmosferiche.

Le coperte migliori inverno 2020

Se ci si trova in casa durante una fredda serata invernale e non si sa in quel momento come riscaldarsi, la coperta diventa il proprio migliore amico. La si pone sulle proprie gambe o ci si copre completamente ed il gioco è fatto. A quel punto la sofferenza del freddo sarà solo un lontano ricordo.

La moda e le tendenze si evolvono ogni anno, ma la sostanza e l’utilità di un certo accessorio, programmato per una certa funzione, non cambiano mai e restano sempre gli stessi.

Quali sono le coperte migliori in prospettiva inverno 2020? Il brand Anush offre, da questo punto di vista, una collezione di coperte dal design contemporaneo e dai tessuti piuttosto pregiati.

Lo studio dei colori e delle grafiche, aspetto apparentemente non fondamentale per l’utilità di una coperta, ha, invece, la sua importanza e per questo l’utente finale più attento valuta con scrupolosità anche questo stesso aspetto.

La qualità ecosostenibile è garantita nella produzione di coperte e rende il made in Italy un’eccellenza sotto questo profilo. Per quanto riguarda altri tipi di brand internazionali, la Ekko e la premium Ohhio offrono coperte 100% lana di pecora e lana merino, disponibili in molteplici versioni e colori.

Il brand svizzero ZigZagZurich si ispira moltissimo al mondo dell’arte e produce delle coperte che rappresentano una sorta di omaggio grafico ad opere di artisti contemporanei di fama mondiale. Perfette da indossare abbinando la funzionalità alla visione artistica e grafica.

La coperta Rabbit si caratterizza per una collezione tendente in particolar modo verso il mondo della natura, richiamando aspetti quasi fiabeschi della società tradizionale finlandese, essendo di produzione finlandese. Tessuto di composizione in seta e lana neozelandese.

Il plaid Tel, altro marchio tipicamente italiano, si presenta dal materiale molto caldo e molto elegante allo stesso tempo, ma utile anche da utilizzare in un contesto più informale, magari se si dorme insieme ad un amico o un’amica.

I colori classici li ritroviamo nel modello proposto Marimekko, Tasaraita, di matrice finlandese anche in questo caso. Tutto ciò per rendere l’ambiente di riferimento non troppo discordante rispetto ad un contesto tipicamente casalingo.

L’ambiente, in rapporto alla composizione di ogni singola parte di arredamento interni, ha un’estrema importanza. Le coperte, da questo punto di vista, si integrano perfettamente con l’ambiente circostante e ne diventano una componente essenziale in taluni casi.

Meglio circondarsi di una coperta in più nell’armadio o nel cassetto che di una in meno. L’estate è ancora viva, ma in prospettiva si può cominciare a ragionare sui possibili trend dell’inverno 2020.

All’orizzonte una stagione, al solito, tendente a temperature piuttosto basse e, a prescindere dai luoghi di riferimento italiani più o meno freddi, le coperte servono sempre. Chi soffre particolarmente il freddo concorderà perfettamente con questa constatazione.

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore