/ EVENTI

EVENTI | 04 ottobre 2020, 06:50

Pollone, conto alla rovescia per il 2° Memoriale Enrico Leone tra auto d'epoca e arte

Alla presentazione del raduno in programma oggi storie di auto e di piloti, arte, filatelia e sostenibilità

Foto Fighera

Foto Fighera

Il mondo delle auto d'epoca e dei piloti che hanno fatto grandi queste vetture, coniugato con l'arte, la filatelia e la sostenibilità. Questo il tema al centro del 2° Memoriale Enrico Leone, presentato la sera di venerdì 2 ottobre a Pollone. Il raduno di auto d'epoca in memoria dell'imprenditore e collezionista d'auto prematuramente scomparso a 49 anni nel 2017 prenderà il via questa mattina, domenica 4 ottobre. 

La serata, presentata e moderata dallo scrittore Massimo Gioggia, si è aperta con i saluti dell'organizzazione: "Sono molto contento, sia come organizzatore che come consigliere comunale di Pollone, - dichiara Paolo Delsignore - di questo secondo autoraduno perchè quello delle auto d'epoca è un settore che fattura 2,2 miliardi di euro l'anno, con la vendita, la manutenzione e l'indotto per il turismo. Inoltre il nostro evento avrà due capitoli dedicati nel prossimo libro di Massimo Fila Robattino".

E dell'Amministrazione Comunale: "Questa serata è dedicata ad Enrico Leone ed alla sua passione per le auto, - afferma il vicesindaco Francesco Botto Poala - l'eredità che ci ha lasciato e che noi vogliamo cogliere".

A seguire gli interventi dell'intermediatore finanzario Ugo Talpo di Allianz, main sponsor del raduno insieme a Modesto Bertotto, il quale ha sottolineato come il futuro degli investimenti sia la sostenibilità nell'ambito del progetto Verde Europa. Del pittore Giovanni Rosazza, che, con la tecnica iperrealistica, ha realizzato dipinti di auto storiche che sembrano vere.

Le opere di Rosazza saranno in mostra a Pollone fino all'11 ottobre, presso la sala di piazza Delleani 3, insieme ai 300 francobolli, cartoline e modellini di auto di Paolo Mosca. Venerdì sera Mosca, conosciutissimo ex professore di educazione fisica e sportivo, si è rivelato come filatetico incallito, presentando le chicche dei francobolli della Lancia Aurelia del 1950 e 1951, della prima auto elettrica italiana e di quella americana datata 1917.

Proprio la Lancia Aurelia è stata la protagonsita dell'incontro, grazie all'intervento di Massimo Fila Robattino, autore del libro "Piloti Biellesi. Giovanni Bracco e Umberto Maglioli”. Fila Robattino ha raccontato la storia dell'Aurelia con l'aiuto dell'ospite della serata, Luigi di Virgilio, figlio dell'ingegniere Francesco Di Virgilio, progettista della Lancia che, durante la seconda guerra mondiale, disegna il primo motore 6 cilindri a V. Questo motore, che avrebbe dovuto essere montato sulla Lancia Aprilia, nel 1950 è il motore della nuova Lancia Aurelia, la quale, nel 1951, nella versione Gran Turismo, partecipa alla Mille Miglia con pilota il biellese Giovanni Bracco, e si piazza al secondo posto assoluto dietro la Ferrari di Villoresi.

Fila Robattino ha poi inanellato una serie di anettodi curiosi sulla storia della Lancia e dell'Aurelia, una macchina che ha segnato la storia d'Italia e non solo. Tra questi l'Aurelia protagonista del film "E Dio creò la donna" con Brigitte Bardot e Jean-Louis Trintignant. E soprattutto, ancora insieme a Trintignant ed a Vittorio Gassmann, nel cult movie "Il sorpasso" di Dino Risi, in cui l'Aurelia era quella del produttore Mario Cecchi Gori.

La chiosa d'obbligo sulla serata per la moglie di Enrico Leone, Marcella, che, insieme al figlio Vittorio, sta proseguendo "Garage Trazione Posteriore", l'attività di commercio d'auto d'epoca fondata dallo stesso Leone nel 2013. "Ad Enrico piaceva vendere macchine d'epoca - racconta Marcella - ma soprattutto accumularle, e si entusiasmava nel cercarle e nell'ammirarle. Ringrazio Amministrazione Comunale, Pro Loco e tutti i Pollonesi per ricordare Enrico".

Il 2° Memoriale Enrico Leone si svolgerà oggi, domenica 4 ottobre, con questo programma. Ritrovo alle 8:30 in piazza San Rocco a Pollone. Alle 9 ritiro pacco di partecipazione, alle 9:30 partenza per il giro turistico di circa 52 km. Passando per Sordevolo, Muzzano, Graglia, Netro, Donato, Mongrando, Cerrione, alle 10:15 arrivo alla Modesto Bertotto di Verrone con sosta nel piazzale. Alle 11:15 partenza per Biella e transito al Centro Commerciale Gli Orsi per un check control e ritiro gadget. Ripartenza ed arrivo a Biella, con percorso via Torino, via Bertodano, via Repubblica, viale Matteotti, via Italia, salita verso il Vandorno, Strada Masserano Calaria, Gallinit, Parco Burcina, ed, alle 11:45, rientro a Pollone in piazza San Rocco presso le scuole elementari. Alle 13:15 pranzo nei locali della palestra comunale.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore