/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 01 ottobre 2020, 19:21

Chiorino in visita all'Asilo Nido di Miagliano, poi annuncia: “Presto legge regionale a supporto di famiglie” FOTO

L'assessore regionale all'Istruzione si è complimentata con i sindaci della Valle Cervo: “Capaci di valorizzare una delle tante strutture dell'infanzia che nelle zone montante rischiano di scomparire”.

visita chiorino

Foto di Studio Fighera e staff

Giornata speciale per la Valle Cervo. Nella mattinata odierna, l'assessore regionale all'Istruzione Elena Chiorino è giunta in visita all'Asilo Nido Intercomunale Anselmo Poma di Miagliano, fresco di restyling dopo gli interventi di potenziamento adeguamento strutturale dal valore di circa 150mila euro.

All'incontro erano presenti alcuni dei 9 sindaci dei comuni della Valle Cervo (Acquadro di Tollegno, Antoniotti di Sagliano Micca, Delmastro di Rosazza e Mognaz di Miagliano) convenzionati con il Consorzio Iris per la gestione del servizio, insieme alla presidente dell'Iris Mariella Biollino, che hanno illustrato all'assesore i servizi offerti e le iniziative, già realizzate o prossime allo svolgimento, dell'Asilo Nido. Come ad esempio il progetto CrescinValle, che prevede laboratori e consulenze gratuite, individuali o di gruppo, a favore delle famiglie della vallata.

In seguito, si è tenuta la visita alla struttura, che accoglie 40 bambini, e l'assessore Chiorino si è complimentata della gestione con Iris e comuni della Valle Cervo (Andorno Micca, Campiglia Cervo, Miagliano, Piedicavallo, Pralungo, Rosazza, Sagliano Micca, Tavigliano e Tollegno) “capaci di valorizzare una delle tante strutture dell'infanzia che nelle zone montante rischiano di scomparire. Sapendo guardare oltre i loro confini comunali e lavorando per la crescita del territorio”. Soddisfatto dell'incontro il primo cittadino di Miagliano Mognaz: “È stata una buona occasione per presentare i progetti che sono in corso e portare alla conoscenza della Regione questa realtà innovativa. Si lavora per fornire un servizio per la Valle Cervo sempre più efficiente e performante per le famiglie”.

Al termine della giornata, l'assessore Chiorino ha annunciato importanti novità: “Si sta lavorando ad una legge regionale che guarda alla fascia 0-6 anni a supporto dei servizi ai bambini. Una legge che oggi manca in piemonte e che vuole aiutare le famiglie avendo ben presente il problema della denatalità e dello spopolamento delle nostre valli e delle aree più periferiche. A breve comincerà l'iter della sua approvazione”.

Ma le novità non finiscono qui: “Ad inizio anno è pronta una misura che stanzia fondi per quei comuni e realtà che decideranno di investire nella proroga degli orari dell'asilo nido, per venire incontro agli amministratori riducendo anche le tariffe dall'altra parte”.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla presidente di Iris, che ha annunciato che il prossimo passo sarà la pianificazione della prossima gestione, dal momento che l’attuale convenzione scadrà nel 2021. “L’ambizione – spiega Biollino - è quella di prevedere una ancora più ampia partecipazione del territorio: quello di Miagliano non dovrà più essere soltanto un Nido intercomunale, ma un centro di attività integrate che possa coinvolgere le famiglie, prevedendo l’ampliamento degli orari e consulenze di esperti per attività integrative sulla base di tutte le osservazioni che stanno arrivando proprio dalle famiglie, dalle associazione culturali e dai gestori di cooperative sul territorio”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore