/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 22 settembre 2020, 11:31

Candelo In Prospettiva, al via mostra fotografica en plen air con 40 scatti al Ricetto

candelo mostra

La mostra fotografica dal titolo In Prospettiva veste di scatti d’autore le antiche vie del Ricetto di Candelo dal 25 settembre al 15 novembre. Il Ricetto di Candelo, uno dei Borghi Più Belli d’Italia, fu costruito a partire dal XIII secolo dalla popolazione candelese come deposito di beni preziosi (quali vino, cibo, raccolti…) in tempo di pace e come rifugio fortificato in tempo di guerra.

Con In Prospettiva, il borgo diventa scrigno di una mostra preziosa e rifugio per chi desidera godere in serenità e sicurezza di un evento d’arte in epoca di distanziamento sociale. L’esposizione, promossa e organizzata dal Comune di Candelo all’insegna di una precisa idea di ripartenza, nasce dalla collaborazione con Nikon School che ha messo a disposizione 40 scatti di fotografi professionisti del mondo Nikon. Paolo Gelone, sindaco di Candelo, dichiara: “Una mostra-evento che dà il via al rilancio di Candelo e del Biellese intero: dobbiamo affrontare un momento delicato di ripartenza post-Covid, che ha estrema necessità di eventi di questo livello, che diano contenuto e creino anche cassa di risonanza”. L’inaugurazione (su invito o prenotazione) del 25 settembre, patrocinata dal Consiglio Regionale, apre la serie di celebrazioni per il 50° anniversario dell’istituzione della Regione Piemonte e il 15° anniversario della promulgazione dello Statuto Regionale. Cristian Bonifacio, presidente Pro Loco, conferma: “Significativa la presenza della Regione per un evento che rilancia il Biellese intero, anche nell’ottica di Biella Città Creativa Unesco, con Candelo protagonista di qualità del territorio”.

Una grande mostra en plein air che accompagna il visitatore in una passeggiata tra presente e passato, dove dietro ad ogni angolo si svela una prospettiva inaspettata che mette in relazione l’architettura unica del Ricetto con istanti di contemporaneità catturati dalla macchina fotografica dei professionisti Nikon. Stampe di grande formato popolano le strette rue del complesso medioevale in un allestimento suggestivo, a cura di Roberta Gaito, drammatizzato da luci dal sapore teatrale. Protagonisti sono 40 scatti realizzati dai Master Fotografi docenti della Nikon School, una selezione dei migliori fotografi italiani nelle diverse categorie: ritratto, matrimonio, macro/still life, paesaggio e reportage.

La Nikon School (www.nikonschool.it) è il progetto che Nikon ha ideato per promuovere la cultura fotografica attraverso corsi, incontri, workshop, seminari ed eventi dedicati ai temi della fotografia. Gli scatti in mostra sono di: Edoardo Agresti, Damiano Andreotti, Diego Barbieri, Fabio Blanco, Mattia Bonavida, Dario Broch Ciaros, Franco Cappellari, Prisca Caroli, Emanuele Carpenzano, Samuele Cavicchi, Massimo Coizzi, Iago Corazza, Michele Dalla Palma, Gabriella di Muro, Piero D’Orto, Cristiana Endrizzi, Francesco Francia, Alberto Ghizzi Panizza, Diego Giusti, Francesco Gravina, Giovanna Griffo, Mirco Lazzari, Rosita & Michele Lipari, Gabriele Lorenzini, Pasquale Minniti, Davide Pianezze, Claudio Piccoli, Riccardo Pieri, Diego Pomanti, Ivana Porta, Saul Ripamonti, Elisabetta Rosso, Luigi Rota, Michelangelo Serra, Gigi Soldano, Francesco Spighi, Giò Tarantini, Igor Todisco, Alessandro Vargiu, Gabriele Zani. La mostra è stata resa possibile anche grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore