/ CRONACA

CRONACA | 22 settembre 2020, 07:20

Spostamento migranti, i Dem: "Atto di forza in puro stile leghista. Riteniamo abbia poco senso"

Interrogazione al prossimo consiglio comunale da parte dei consiglieri del partito democratico all'indirizzo del sindaco Corradino.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

I richiedenti asilo, per ora circa 14 gli altri sono ancora confinati al centro don Orione di Sordevolo causa la positività al Coronavirus, sono stati spostati dall'ex hotel Colibrì di via Cerruti, a un paio di centinaia di metri, all'ex hotel Coggiola di via Cottolengo. Sul loro spostamento, in questi giorni verrà eseguito il tampone e in caso di negatività verranno anche loro trasferiti in via Cottolengo. Il fatto è nato per volere della Giunta Corradino a seguito del recente fatto di cronaca tra un paio di nigeriani che hanno litigato animatamente per futili motivi. "Abbiamo seguito gli accadimenti legati al CAS ex hotel Colibrì -scrivono i consiglieri comunali di Biella del Partito Democratico-. Chiediamo al Sindaco quale sia l'utilità di spostare i richiedenti asilo dall'ex Colibrì all'ex Coggiola. Un atto di forza in puro stile leghista che riteniamo abbia poco senso".

E ancora: "La situazione del CAS è sicuramente difficile, ma stiamo parlando di persone che attualmente sono in quarantena fiduciaria, che hanno bisogno di risposte e che vengono spostate come pacchi senza congruo preavviso. Non ci stupisce la decisione presa, primo passo rispetto all'obiettivo del Sindaco Corradino che vorrebbe allontanare queste persone dalla sua visuale. Si tratta del classico modus operandi della destra, la cosmesi del problema, invece di avviare una gestione che tenga conto degli aspetti umani, si preferisce nascondere la polvere sotto il tappeto". Con questa premessa è stata chiesta un'interrogazione che verrà discussa al prossimo consiglio comunale. 

Redazione - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore