/ Animalerie

Animalerie | 20 settembre 2020, 09:42

Cosa fare se muore il proprio animale domestico

Cosa fare se muore il proprio animale domestico

La morte di un animale domestico è un trauma che, purtroppo, colpisce moltissime persone. Al giorno d’oggi sono infatti in tanti ad avere in caso un cane o un gatto a cui ci si affeziona come se fosse un membro della propria famiglia.

In tanti si chiedono cosa fare se muore il proprio animale domestico, poiché proprio come avviene le persone care, è necessario seguire degli step specifici che bisogna conoscere in precedenza.

In tanti si chiedono se esista un cimitero per gli animali, se sia possibile o meno seppellire il proprio cane in giardino e così via. Ma cosa ci dice la normativa vigente in materia?

La soluzione migliore è quella di pensare alla cremazione dell’animale. Esistono delle agenzie funebri per animali domestiche che si occupano di questo. Cercando, ad esempio, cremazione animali Roma ci si potrà affidare a Exequia Pet che da anni lavora nel settore offrendo il miglior servizio possibile.

Un aspetto molto importante questo, poiché anche un animale domestico ha diritto a un servizio ben fatto, proprio per omaggiarlo di tutto l’affetto dispensato in vita. Ecco, quindi, che è utile selezionare un’agenzia in grado di fornire un servizio funebre per animali completo, che parta dalla certificazione del decesso passando per cremazione e certificazione delle ceneri.

Si necessita di una agenzia in possesso di tutte le necessarie autorizzazioni che servono per accertare che il corpo del cane o del gatto o di qualsiasi altro animale domestico sia smaltito entro i limiti di legge.

Sarà da preferire, quindi, un servizio che prevede il trasporto del corpo in un inceneritore autorizzato a procedere alla cremazione di animali, così come viene richiesto dalla legge. I proprietari potranno, poi, entrare in possesso delle ceneri del proprio cane o gatto certificate. In questo modo sarà possibile avere sempre con sé quello che resta del proprio amico a quattro zampe.

Per chi si chiede se esista, o meno, un cimitero per cani e gatti la risposta è positiva. Non ce ne sono molti in Italia e il loro costo non è sempre accessibile. Viene fornita una tomba e un orario di visita per una durata massima di 5 anni trascorsi i quali il corpo verrà messo nella fossa comune. Per seppellire il proprio animale in una struttura di questo tipo si richiede un certificato apposito del veterinario, necessario per poter procedere alla sepoltura.

Informazione Pubblcitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore