/ Cronaca dal Nord Ovest

Cronaca dal Nord Ovest | 18 settembre 2020, 12:40

Carabinieri, quattro arresti nel torinese e sequestro di 2,2 chili di amnèsia la droga che fa dimenticare

Si tratta di tre italiani e di un uomo di origini senegalesi che ha colpito i Carabinieri con calci e pugni nel tentativo di divincolarsi dopo la perquisizione.

Carabinieri, quattro arresti nel torinese e sequestro di 2,2 chili di amnèsia la droga che fa dimenticare

Nell’ambito dei servizi di controllo antidroga del territorio, i carabinieri hanno arrestato quattro persone, tre italiani e un senegalese, per detenzione di droga.

A Caselle sono stati sequestrati oltre 2,2 kg di amnèsia, la nuova droga che fa dimenticare, ottenuta spruzzando metadone ed eroina sulla marijuana, a una coppia italiana, 34 anni lui, 23 lei, residenti a San Maurizio Canavese. Nella loro automobile, i Carabinieri hanno trovato 2,2 kg di stupefacente in due confezioni termosaldate.

 

Rinvenuti nell'abitazione altri 300 grammi di hashish e 1000 euro in contanti. I militari sospettano che si tratti di due corrieri. Stanno proseguendo le indagini per verificare la provenienza e soprattutto la destinazione della nuova droga. 

A Torino, i Carabinieri hanno sottoposto ai domiciliari per detenzione di droga un italiano di 24 anni, trovato in possesso di 70 grammi di marijuana. Sempre a Torino, in via Pelosa, è stato arrestato un senegalese di 36 anni, senza fissa dimora, irregolare sul territorio italiano.

Per sottrarsi al controllo e all’arresto, l’uomo ha deglutito gli ovuli nascosti in bocca e poi ha tentato la fuga a piedi scalzi. Poco dopo è stato bloccato ma ha colpito i Carabinieri con calci e pugni nel tentativo di divincolarsi.

Dal nostro corrispondente a Torino - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore