/ CRONACA

CRONACA | 17 settembre 2020, 09:52

Carabinieri Forestali di Sordevolo, scoperta piantagione di cannabis nei boschi della Bossola di Netro

Operazione dei militari messa a segno ieri pomeriggio con l'ausilio di altri militari.

Carabinieri Forestali di Sordevolo

Carabinieri Forestali di Sordevolo

Sono 28 in tutto le piante di cannabis verosimilmente appartenenti ad almeno 3 diverse varietà individuate e sequestrate dai Carabinieri Forestali di Sordevolo in un bosco della Valle Elvo vicino alla Bossola di Netro, con il supporto di numerosi altri militari della provincia di Biella. 

L’operazione, avvenuta nel pomeriggio di mercoledì 16 settembre a seguito di un’intensa attività di indagine conclusa con il sequestro della piantagione illegale. Il luogo prescelto per la coltivazione consiste in una radura di circa 150 metri all’interno di un bosco ceduo.

Sebbene la zona sia percorsa da numerosi sentieri e particolarmente frequentata in questo periodo da escursionisti e cercatori di funghi, le piante, occultate dalla vegetazione circostante, si sono sviluppate fino a sfiorare in alcuni casi i 2 metri di altezza.

Alcuni indizi lasciano supporre una coltivazione indoor prima del successivo trapianto in bosco, ma proseguono le indagini dei Carabinieri Forestali per la ricostruzione della dinamica dei fatti e la definitiva individuazione degli autori del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti. Il cerchio comunque si sta stringendo.

Interessante il contesto in cui sono state piantate all'interno di un bosco transitato da persone e a circa 200 metri dall'asfalto, cosa che generalmente non succede. Si preferisce coltivare nelle vicinanze di case. Inoltre trasportare 28 vasi di piante e metterle a dimora non è attuabile in breve tempo, probabile il lavoro di più persone o una persona per un discreto tempo. 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore