/ POLITICA

POLITICA | 16 settembre 2020, 16:43

Pillola abortiva Ru486, la sanità del Piemonte non ha espresso valutazioni etiche

In corso verifiche sulla compatibilità giuridica con la legge 194. "La proposta di Marrone - ha spiegato Alberto Cirio - verrà portata prima in maggioranza per una valutazione da parte di tutti, essendo un tema che tocca le sensibilità individuali".

Foto pixa bay

Foto pixa bay

Niente somministrazione della Ru486 nei consultori, stop alla distribuzione in Day Hospital alla fine dell'emergenza Covid, raccordo delle istituzioni con i movimenti pro vita. Sono le linee guida che la Regione Piemonte vorrebbe approvare a breve sull'aborto farmacologico, con una apposita delibera, in contrasto con quelle del ministero della Salute.

L'iniziativa è stata anticipata dall'assessore Maurizio Marrone, che ad agosto aveva attivato l'avvocatura regionale contro il governo."La proposta di Marrone - ha spiegato il governatore del Piemonte Alberto Cirio - verrà portata prima in maggioranza per una valutazione da parte di tutti, essendo un tema che tocca le sensibilità individuali".

Pare che Cirio abbia ricevuto su questo anche la telefonata "preoccupata" del ministro degli affari Regionali Francesco Boccia, che voleva accertarsi se la proposta fosse già stata messa all'ordine del giorno in Giunta.

Nota della Regione Piemonte. "In merito alle polemiche sull’utilizzo della pillola abortiva Ru486 in Day hospital, la Sanità del Piemonte non ha preso, al momento, alcuna decisione. L’assessore regionale agli Affari legali sta verificando con l’Avvocatura regionale eventuali profili di illegittimità del provvedimento del Ministero della Salute rispetto alle disposizioni della Legge 194, in quanto sarebbero emerse delle criticità. L’argomento non è ancora approdato al tavolo della Giunta regionale, né è stato oggetto di valutazioni etiche da parte dell’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, che attende di conoscere il quadro completo degli approfondimenti legali in corso".

comunicato Regione - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore