/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 16 settembre 2020, 06:50

L'opinione di Pietro Brovarone: "Difendiamo la Costituzione dei padri"

L'opinione di Pietro Brovarone: "Difendiamo la Costituzione dei padri"

Uno strano silenzio avvolge la consultazione referendaria costituzionale. Gli stessi partiti politici, ad'eccezione del Movimento 5Stelle, che hanno votato a favore della modifica costituzionale sono rimasti silenti in questo periodo che avrebbe dovuto essere dedicato alla promozione del sì.

A livello personale, poi, numerosi esponenti politici, facendo leva sul principio della libertà di coscienza, relativamente ad un tema istituzionale, si sono schierati contro la modifica costituzionale votata in parlamento, mandando , quindi, un chiaro segnale contro una riforma almeno contraria alla logica sotto il profilo della garanzia di rappresentatività dei cittadini nel luogo deputato all'approvazione delle leggi.

L'argomento più forte a favore del sì, poi, è stato smontato dai calcoli del professor Cottarelli che ha dimostrato come il taglio dei parlamentari equivale al costo di un caffè per cittadino.Sarà, quindi, interessante vedere l'esito della consultazione, tenuto conto che molti si stanno interrogando in ordine all'utilità di una riduzione di rappresentanza che andrebbe a penalizzare i singoli territori.

A parere di chi scrive appare assai più coerente difendere la logica costituzionale voluta dai Padri costituenti che già si erano interrogati in ordine all'importanza della rappresentanza dei territori, piuttosto che aderire ad una illogico taglio di rappresentanza dettato solo da un sentimento di livore verso le istituzioni democratiche.

Pietro Brovarone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore