CULTURA E SPETTACOLI - 10 settembre 2020, 07:50

Suoni in Movimento, al Castello di Verrone tra Beethoven e Debussy

Domenica 13 settembre il concerto del giovane Trio Marvulli, Patria, Columbro nell'ambito del Progetto Giovani

Trio Marvulli, Columbro, Patria - Foto N.I.S.I.ArteMusica

Trio Marvulli, Columbro, Patria - Foto N.I.S.I.ArteMusica

Suoni  in Movimento - Percorsi sonori nella rete museale biellese III edizione

La seconda metà della rassegna prosegue con un concerto del Progetto Giovani coordinato da Camilla Patria e Tommaso Fiorini; la rassegna Suoni in movimento nella presente edizione riserva ampio spazio a giovani promettenti esecutori individuati nel panorama nazionale della musica da camera e così sarà anche per l'appuntamento di domenica 13 settembre al Castello Vialardi di Verrone.

La visita guidata coordinata dalla rete museale biellese che precede (ore 15.30) e segue il concerto (ore 17.30) si svolgerà tra le sale le mura esterne del castello e la mostra di Stefania Nicolo, l’artista delle favole e del padre Bruno Nicolo, rinomati scultori lignei biellesi. Il punto di ritrovo è l’entrata del castello via Aldo Moro.

A seguire nella Sala Falseum il giovane Trio Marvulli, Patria, Columbro al loro debutto in questa formazione si cimenterà in pagine di Beethoven e Debussy entrambe di composizione giovanile: Beethoven appena ventitreenne realizza per il Principe Lichnowsky i Trii op.3 e Debussy addirittura appena diciassettenne compone il Trio in Sol maggiore.

Quale omaggio a Ludwig van Beethoven nel bicentenario della nascita sarà eseguito il più noto dei Trii op.1, il nr.3, a cui Beethoven affidò il suo esordio nel mondo musicale viennese: la prima esecuzione avvenne infatti in un concerto importante - alla presenza di Franz Joseph Haydn - nella casa del principe Lichnowsky, dedicatario dei lavori e protettore del giovane compositore.

In tonalità Do minore come la Sonata Patetica per pianoforte op.13, come la V Sinfonia op.67, la composizione cameristica comunica toni a tratti drammatici e inquietanti, densa di contrasti, fremiti, e trepidazioni già pienamente romantici.

Sarebbe divertente far ascoltare il Trio in Sol maggiore di Debussy senza svelare il compositore e chiedere di scoprire chi potrebbe essere. Quanti direbbero Debussy? Forse nessuno.

E' una composizione del 1880, Debussy giovanissimo appena diciassettenne è a Fiesole con Madame Nadezhda von Meck, la facoltosa protettrice di Pètr Il'ic Cajkovskij e due eccellenti musicisti al violino e violoncello ed è qui che dipinge, perchè si tratta di un quadro dalle molteplici tinte e sfumature, le fresche pagine del suo Trio in sol per violino, violoncello e pianoforte. La sorpresa sta nel fatto che prigionieri del nostro immaginario consideriamo Debussy un “impressionista” mentre si tratta di una composizione graziosa e per certi versi sorprendente, oltretutto recentemente scoperto, eseguito per la prima volta nel 1985 e pubblicato nel 1986.

E' un Debussy che non si conosce e che spesso richiama Schumann, Brahms, Cesar Franck, Massenet con atmosfere sognanti, dolci, danzanti, spiritose, travolgenti. Una composizione poco frequentata ma decisamente da scoprire di un giovane compositore che ha ancora tutta la vita davanti e che con la sua freschezza porta una sensazione di freschezza e di benessere che fa star bene.

Domenica 13 settembre Progetto Giovani Verrone – Castello Vialardi di Verrone

ore 15.30 I visita guidata

ore 17.30 II visita guidata

ore 16.30 concerto in Sala Falseum Trio Marvulli, Patria, Columbro

Nicola Marvulli violino

Camilla Patria violoncello

Tiziana Columbro pianoforte

“Omaggio a Ludwig van Beethoven” Ludwig van Beethoven (1770-1827) Trio op.1 nr.3

Allegro con brio

Andante cantabile con variazioni (mi bemolle maggiore)

Menuetto. Quasi Allegro

Finale. Prestissimo

Claude Debussy (1862-1918) Trio in Sol maggiore

Andantino con moto allegro

Intermezzo

Finale: Appasionato

Nicola Marvulli e Tiziana Columbro sono due giovani musicisti di origini pescaresi. Nel 2016 hanno intrapreso un progetto di duo violino e pianoforte sotto la guida del Maestro Enrico Pace, con cui si perfezionano presso l’Accademia di Musica di Pinerolo (TO). Tengono regolarmente concerti presso importanti sedi in Italia e all’estero: tra le più rilevanti il Festival Inter-national de Musique Universitaire di Belfort (Francia), la Gesellschaft für Musiktheater Wien, la Katholische Hochschul-gemeinde di Vienna, l’Emilia Romagna Festival, la Camerata Musicale Salentina, l’Associazione Mozart Italia di Bari, l’Associazione Chromatica di Treviso. Nell’autunno 2018, durante l’International Competition “Coop Music Awards” di Cremona, sono risultati vincitori del premio speciale per la migliore esecuzione di un brano composto dal Maestro Carlo Galante. A seguito di questo evento il compositore ha scritto un brano a loro dedicato, intitolato “5 Stanze per Asterione” (2019). Recentemente Nicola e Tiziana hanno esteso la loro collaborazione con Camilla Patria costituendo il trio in calendario, oggi al loro debutto.

Camilla Patria diplomata con lode presso il Conservatorio di Torino, Prosegue i suoi studi presso il CSI di Lugano con E. Dindo, conseguendo il Master of Arts in Music Performance. Attualmente frequenta il Diploma Accademico di II livello in musica da camera al Conservatorio di Torino con A. Valentino. Vincitrice di concorsi nazionali ed internazionali, si è esibita come solista con orchestre quali Orchestra Filarmonica di Stato di Craiova, Orchestra Camerata Ducale di Vercelli, Orchestra Camerata Vienna e Orchestra di Sanremo. Nel 2015 e 2016 vince la borsa di perfezionamento “Talenti Musicali, Fondazione CRT”. Nel 2017 partecipa come borsista a “Professione Orchestra” realizzato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, e “Obiettivo Orchestra” della Filarmonica del Teatro Regio di Torino, vincendo per quest’ultimo l’audizione finale come prima idonea. Collabora con diverse orchestra: Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra dell’Arena di Verona, Orchestra Regionale Toscana, LaFil di Milano.

Informazioni: 

INGRESSO GRATUITO

L'ACCESSO AI CONCERTI E' LIBERO E CONSENTITO NEL RISPETTO DELLA NORMATIVA VIGENTE ANTI CONTAGIO DA COVID 19 in vigore e successivi aggiornamenti.

IN CONSIDERAZIONE DEL NUMERO DI POSTI RIDOTTI NEL RISPETTO DEL DISTANZIAMENTO E' VIVAMENTE CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE PER IL CONCERTO TRAMITE SMS O WhatsApp AL NUMERO TELEFONICO 370/3031220 OPPURE ALL'INDIRIZZO MAIL segreteria@nuovoisi.it entro le ore 12.00 DEL GIORNO DEL CONCERTO.

Informazioni N.I.S.I.ArteMusica Cell. 370/3031220 333/8180066

www.suoniinmovimento.it

segreteria@nuovoisi.it

Facebook suoniinmovimento - Facebook retemuseale

Comunicato Stampa N.I.S.I.ArteMusica - a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

SU