/ POLITICA

POLITICA | 26 agosto 2020, 11:32

Pd risponde a muso duro a Corradino: “Scuse pubbliche. Nessuno di noi si è rallegrato del mancato ritiro del Toro”

pd corradino

Nuovo capitolo del duello a distanza tra maggioranza e opposizioni sul mancato ritiro del Torino a Biella. A parlare questa volta il gruppo consiliare del Pd, formato da Marta Bruschi, Mohamed Es Sakhet, Manuela Mazza, Paolo Rizzo e Valeria Varnero, che in una nota stampa spiegano: “Quanto clamore. E non a seguito di una normale dialettica politica tra l’amministrazione a trazione leghista e i consiglieri del Partito Democratico: bensì per i toni e le argomentazioni inappropriate, inopportune ed offensive indirizzate a quest’ultimo e che sostituiscono le risposte vere e dirette alle domande poste”.

I dem chiedono: “Davvero è stato fatto tutto ciò che era stato richiesto dai dirigenti del Torino Calcio? Come sono state ottenute le sponsorizzazioni? Quali impegni intercorrevano tra il Comune di Biella, la Società della Biellese Calcio ed il Relais Santo Stefano? Perchè è stato pubblicizzato come certo un evento non ancora del tutto definito? Mentre Sindaco e Presidente della VI Commissione Consiliare erano impegnati a dileggiare le rappresentanti del Partito Democratico, a queste legittime perplessità il Presidente della Biellese Calcio ha fornito chiarimenti puntuali e pacati. Le scelte amministrative vanno ponderate e condotte a buon fine rispettando tutti i passaggi normativi: tante volte anche le migliori intenzioni si scontrano con imprevisti insormontabili ed è normale che ci si preoccupi a fronte di impegni presi non andati a buon fine”.

“Ma anziché dar conto dei fatti è stata scatenata un’offensiva personale contro le consigliere ree di fare opposizione alle azioni sbandierate ed alle manchevolezze di questa maggioranza con la foga di donne appassionate che si impegnano per la “res publica” - sottolineano. Duro l’attacco alla capogruppo Valeria Varnero che così commenta: “Sono una tifosa granata, da sempre; cresciuta con il mito dello stadio Filadelfia da cui gli invincibili non sono mai andati via. Con grande gioia avevo letto la notizia della scelta di Biella per lo svolgimento degli allenamenti precampionato e la delusione per il mancato arrivo della squadra è stata forte. E certo nessuno di noi si è rallegrato per l’occasione di visibilità persa per la città.”

“Inoltre mi viene detto di essere stata un assessore inefficace - aggiunge sempre la capogruppo Varnero - Nei cinque anni di passata amministrazione ho lavorato su più deleghe lasciando tante opere avviate e vorrei capire allora come siano stati ottenuti questi risultati: il riconoscimento Unesco di Città Creativa, i quaranta progetti inseriti nei due bandi sulle aree degradate e la riqualificazione delle periferie, gli interventi di adeguamento sulle strutture scolastiche e di ammodernamento degli impianti sportivi, le opere di abbattimento delle barriere architettoniche, il restyling delle aree verdi cittadine. Un elenco ridotto e sommario dell’impegno quotidiano profuso, della sintonia operativa con i funzionari, della volontà di perseguire un obiettivo preciso. Della voglia di lavorare per questa città”.

I consiglieri dem chiedono “scuse pubbliche per questo continuo annebbiamento della memoria, attacchi a gamba tesa con linguaggi inqualificabili e conseguenti decisioni di carattere etico per ridare dignità alla politica cittadina. Con le donne che affrontano con pazienza e tenacia la vita e gli impegni politici il tempo sarà galantuomo. A differenza di alcuni sedicenti uomini”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore