/ CRONACA

CRONACA | 13 agosto 2020, 16:26

E' mancato Giacomo Benedetti, fu suo il primo esperimento d'avanguardia medica dal Monte Rosa

Insieme al suo team di radiomatori, dalla Capanna Margherita lanciò via radio il primo elettrocardiogramma ricevuto a 20 mila chilometri di distanza. Ma anche era stato il primo Carabiniere in moto a Biella.

E' mancato Giacomo Benedetti, fu suo il primo esperimento d'avanguardia medica dal Monte Rosa

Giacomo Benedetti di anni 90 residente a Piatto, si è spento all'ospedale di Ponderano nella serata di ieri, 12 agosto. In gioventù era stato il primo Carabiniere dotato di motocicletta a Biella. Successivamente aveva lavorato come daziere alla ditta Lucci, per poi passare all'ufficio anagrafe di Vigliano ai tempi dell'entrata in vigore dell'Iva. Per anni è stato presidente dell'associazione radiomatori di Biella (Ari). Ma di Giacomo Benedetti ricordiamo la sua passione per la montagna, i suoi test di telemedicina, un alpinista con il cuore rivolto sempre verso l'altruismo. 

Uno degli esperimenti maggiormente interessanti di telemedicina, eseguiti via radio, fu effettuato il 16 agosto dell'80 dai radiomatori dell'Ari capitanati dallo stesso Benedetti (nome identificativo di riconoscimento I1NHK) dove dalla Capanna Margherita, il rifugio più alto d'Europa a 4.559 metri di altitudine, il suo team aveva trasmesso i battiti del cuore di un radiomatore-alpinista, con segnali codificati. Le stazioni riceventi, a Genova dove era presente il cardiologo Carlo Boggero (identificativo I1BWB) e in Venezuela a 20 mila chilometri di distanza, avevano potuto riportare, in maniera nitida, l'intero tracciamento dell'elettrocardiogramma del soggetto.

Inoltre di Giacomo Benedetti possiamo ricordare la scalata di tutte le cime del Monte Rosa sempre continuando ad effettuare i test di cardiologia, insieme agli immancabili amici radiomatori dell'Ari. In queste iniziative Giacomo Benedetti non aveva tralasciato l'impegno sociale. La raccolta fondi eseguita in diverse occasioni, era stata sempre rivolta a favore della ricerca sul cancro e per solidarietà a Unicef e Onu. Giacomo Benedetti, a seguito di tutte le sue avventure in montagna, era stato insignito Cavaliere della Pace nella cerimonia che si era svolta ad Assisi. 

Lascia i figli Mauro con Loredana, Marco con Cristina e le affezionate nipotine Zoe e Nina. Il rosario sara recitato nella chiesa di San Giuseppe Operaio a Vigliano giovedì 13 agosto alle 18,30. I funerali si terranno venerdì 14 agosto alle 15 partendo dalla stessa chiesa. 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore