/ POLITICA

POLITICA | 11 agosto 2020, 08:29

Bioglio, trasferito il seggio elettorale dalle scuole al municipio

Questo in vista anche del prossimo referendum in calendario il 20 e 21 settembre. Le parole dell'assessore Lovison, della consigliera Marucchi oltre ala sindaco Ceffa.

Bioglio, trasferito il seggio elettorale dalle scuole al municipio

A Bioglio il seggio elettorale sarà trasferito negli uffici comunali già dal prossimo appuntamento referendario del 20 e 21 settembre 2020 Questa primavera, durante il periodo di quarantena nazionale, il Comune di Bioglio ha discusso e deciso di far cambiare la logistica del seggio elettorale che dalle prossime elezioni referendarie di settembre sarà installato nell’edificio comunale. Per realizzare questo obiettivo, che aveva come finalità principale quella di evitare l’interruzione delle lezioni scolastiche con i problemi aggiuntivi per le famiglie, era necessario mandare avanti le procedure il più rapidamente possibile.

Dopo i sopralluoghi dei Carabinieri, come forze dell’ordine deputate alla vigilanza e alla sicurezza nel seggio elettorale, sono state avviate le richieste di preventivi per la ristrutturazione di un bagno che, per gli adeguamenti necessari, doveva essere dotato di doccia. La parte esecutiva dei lavori è iniziata in estate e ora è ultimata, fatto che ha permesso al comune di inviare la richiesta di cambio della sede del seggio alla Prefettura di Biella a fine luglio e che ha avuto riscontro positivo nei primi giorni di agosto.

“Già lo scorso anno – ci spiega Bernardo Lovison, assessore ai Lavori pubblici – avevamo deciso di togliere il seggio elettorale dalle scuole, per evitare tutti i fastidi che sappiamo a maestre, bambini e famiglie. Va detto che l’edificio comunale ha bisogno di interventi di manutenzioni straordinarie che faremo nel 2021 ma dovendo inserire la doccia abbiamo pensato di rifare a nuovo il bagno. Devo dire che la ditta edile Marco Zanellato è riuscita a portare a termine tutti i lavori in tempi abbastanza rapidi e con buoni risultati. Nell’ufficio che accoglierà il seggio dobbiamo ancora far installare una seconda porta che divide dalla stanza attigua ma la ditta Santa Caterina di Valdengo ci ha assicurato che riuscirà a concludere in tempo”.

Gli investimenti maggiori del comune riguardano proprio l’edilizia scolastica, stanno infatti per iniziare importanti lavori di rinnovamento sugli stabili delle scuole e della palestra, che spaziano dall’isolamento termico alla sostituzione di vetri e infissi nonché del vecchio sistema di riscaldamento sostituito da nuove pompe di calore cui si aggiungono i pannelli fotovoltaici.

“Sono molto contenta, sia come mamma che come consigliera comunale sapendo che nelle scuole non ci saranno più altre interruzioni per le elezioni – mi dice Claudia Marucchi, referente per il comune della scuola parentale – Già la fine anticipata a marzo delle lezioni ci ha penalizzato non poco! Sono anche orgogliosa dell’attenzione, e degli investimenti, che il comune di Bioglio riserva per le sue scuole, quella dell’infanzia in modo particolare richiede un notevole sforzo economico perché pur essendo diventata parentale nel 2019, è a costo zero per le famiglie biogliesi. Essendo il punto di riferimento fra scuola e genitori – continua Marucchi - ho avuto modo di raccogliere le loro testimonianze e sono tutte molto favorevoli! Inoltre il metodo scelto dalla cooperativa Tantintenti è di tipo montessoriano e questo significa che i bambini stanno meno tempo su libri e quaderni e sono più impegnati in attività di apprendimento tramite azioni pratiche, dentro le aule e fuori all’aperto”.

Tutti gli amministratori del comune e in particolare il Sindaco Stefano Ceffa, non nascondono la loro soddisfazione per aver anticipato il suggerimento di trovare collocazioni diverse ai seggi elettorali, vista la carenza di spazi da adibire alla didattica con le nuove regole di distanziamento e di sicurezza cui ci si dovrà attenere.

“Ringrazio come sempre la Prefettura – commenta il sindaco Ceffa - che ha risposto in tempi celerissimi alla nostra richiesta e ringrazio i nostri Carabinieri, il comandante Di Ronco, per la collaborazione che ci hanno dato anche in questo frangente! Certo abbiamo delle spese da sostenere, per il rifacimento del bagno e gli altri adeguamenti degli uffici ma crediamo di aver fatto una buona scelta per dare alle scuole, e alla formazione, il ruolo primario che riteniamo debbano avere.”

comunicato - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore