/ Cronaca dal Nord Ovest

Cronaca dal Nord Ovest | 10 agosto 2020, 19:29

Dal Nord Ovest - Conosce il compagno su Facebook: tre episodi di violenza in 20 giorni di frequentazione

Ieri sera, durante una lite scoppiata per motivi di gelosia, l'uomo ha devastato l'appartamento e scaraventato a terra la vittima, facendole perdere i sensi, per poi trascinarla sul pianerottolo.

Dal Nord Ovest - Conosce il compagno su Facebook: tre episodi di violenza in 20 giorni di frequentazione

Erano circa le 20 di ieri sera quando una donna ha contattato il 112 riferendo che il compagno le stava distruggendo gli arredi di casa. Gli agenti sono quindi intervenuti nell'abitazione, in zona Mirafiori, dove hanno fermato il colpevole, un cittadino italiano di 50 anni, mentre stava uscendo dal portone del palazzo.Raggiunta la donna nell’appartamento, i poliziotti hanno riscontrato sul suo corpo numerosi lividi, un rossore all’altezza del collo e una profonda ferita nell’arcata sopraccigliare.

Ancora in stato confusionale, la vittima ha raccontato di aver conosciuto il compagno su Facebook e di aver subito, dopo neanche una settimana di frequentazione, la prima aggressione. Cedendo alle sue richieste di perdono, la donna non l'aveva denunciato. A distanza di una settimana, la vittima si trovava da un'amica, quando è stata raggiunta dal compagno, che l'ha trascina in strada per i capelli. Ancora una volta, non ha denunciato, spaventata dalle minacce dell’uomo, che le ripeteva di "fargliela pagare" se fosse uscita un'altra volta.

 Ieri sera, dopo l’ennesima discussione per motivi di gelosia, la compagna ha chiesto all'uomo di lasciare casa sua. Il compagno ha dato subito in escandescenze, prendendo a distruggere elettrodomestici, capovolgere arredi e strappare foto. Nel tentativo di fermarlo, la donna è stata afferrata al collo e scaraventata per terra, perdendo i sensi. A questo punto l’aggressore ha trascinato la donna fuori dall’abitazione, abbandonandola sul pianerottolo. 

La vittima è stata condotta presso il pronto soccorso dell’ospedale Martini per le medicazioni e i vari accertamenti sanitari.L’aggressore, con numerosi precedenti di polizia specifica per diciassette episodi negli ultimi dieci anni, è stato arrestato per deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso e denunciato per lesioni, minacce, violenza, violazioni di domicilio e danneggiamento.

Dal nostro corrispondente a Torino - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore