/ POLITICA

POLITICA | 07 agosto 2020, 07:30

Migranti, l'Onorevole Patelli (Lega): "Dal Governo servono i fatti"

Migranti, l'Onorevole Patelli (Lega): "Dal Governo servono i fatti"

“Lo scempio perpetrato da questo Governo, soprattutto in materia di immigrazione, è ormai sotto gli occhi di tutti. E di certo non possono tranquillizzare le parole del Ministro dell’Interno Lamorgese quando afferma che ci sono "flussi eccezionali di migranti” e che “la situazione è complessa". Né risulta essere credibile il Presidente del Consiglio quando dichiara, con tono tragicomico che “Non tollereremo ingressi irregolari. Saremo inflessibili. Ci sono migranti che tentato di sfuggire alla sorveglianza sanitaria. Non ce lo possiamo permettere". Non sono credibili entrambi dopo che la maggioranza di governo manda a processo un allora Ministro dell’Interno che risponde al nome di Matteo Salvini, negando di fatto il suo agire messo in atto proprio per evitare tutto quello che sta avvenendo. I dati, impietosi, parlano chiaro: a fronte di 3920 sbarchi avvenuti nel 2019 siamo, ad oggi, a ben 14 434. Dati più che triplicati.

E a nulla servono gli appelli all’Europa per il ricollocamento visto che i ricollocamenti si stanno facendo. Ma su tutto il territorio nazionale. Non fa certo eccezione il nostro Piemonte che deve subire passivamente i diktat e i desiderata del Viminale e di Palazzo Chigi. Del resto le Regioni e men che meno i Comuni hanno competenza sulle politiche immigratorie quindi, non hanno autonomia con possibilità legislativa in merito. Per tale motivo a nulla servono le riunioni farsa della Conferenza Stato-Regione.

Siamo di fronte all’ennesima azione irresponsabile che continua a consentire, nonostante le belle e dure parole di Conte e Lamorgese, sbarchi sulle coste italiane soprattutto in un momento delicato di crisi sanitaria ed economica e nonostante al Viminale si preveda un autunno carico di tensioni sociali.

Eppure tutto questo sembra non interessare le Istituzioni nazionali ma soltanto la Lega e il centro destra. Per il Pd, Italia Viva, i 5 Stelle e Leu l’unica strada perseguibile è quella dei percorsi di accoglienza e nemmeno i molti casi riscontrati di positività al virus del Covid-19, le fughe e le manifestazioni violente nei centri accoglienza li fanno recedere da questa impostazione ideologica.

Servono fatti e non solo parole al vento. Questo governo non è in grado di risolvere i problemi degli italiani sulle cui spalle grava una pesante crisi occupazionale ed economica. Non è questo il modo di dare dignità ad una nazione e tantomeno a tutti quegli immigrati regolari e a coloro che sono, nel frattempo, divenuti cittadini italiani”.


Onorevole Cristina Patelli (Lega)

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore