/ POLITICA

POLITICA | 05 agosto 2020, 16:28

Pdl Zan, Patelli (Lega): “La maggioranza vuole imbavagliarci, proseguiremo la nostra battaglia in Aula a settembre”

Pdl Zan, Patelli (Lega): “La maggioranza vuole imbavagliarci, proseguiremo la nostra battaglia in Aula a settembre”

 

“Volli, fortissimamente volli, o almeno così sembrava ieri per la maggioranza in merito alla pdl Zan sulla omofobia/transfobia. E invece? Invece dopo aver tagliato i tempi della discussione e il numero degli emendamenti da parte dell’opposizione ecco che i propositori della pdl hanno votato per rinviare tutto a settembre. Una votazione a cui la Lega e le altre opposizioni si sono opposte. Follia? Affatto. Il voto di ieri sera ha infatti svelato la truffa posta in atto dalle forze di governo.

Con il rinvio a settembre, infatti, in base al regolamento della Camera saranno tagliati i tempi della discussione e gli emendamenti delle opposizioni, blindando, di fatto, la pdl Zan e mettendo in atto gli ormai soliti trucchetti procedurali per imbavagliare la Lega e le opposizioni su una legge liberticida che affonda le sue radici nel pensiero di persone come Mario Mieli che non è certo un intellettuale qualunque nel mondo della cultura omosessuale. Tanto che il circolo a lui intitolato dopo il suo suicidio, riceve cospicui finanziamenti da anni. Il pensiero di Mario Mieli consiste nel ritenere che “ogni persona è potenzialmente transessuale” se non fosse condizionata, fin dall’infanzia da un certo tipo di società che, attraverso quella che Mieli chiamava “educastrazione“, costringe a considerare l’eterosessualità come “normalità”.

Mieli pensava che la pazzia, l’omosessualità e la schizofrenia fossero caratteristiche latenti di tutti gli esseri umani. Oggi i suoi libri, nel mondo omosessuale in genere, vengono elevati a manifesto di quella che gli LGBT ritengono una rivoluzione antropologica e culturale. Un pensiero antitetico al mio e a quello delle opposizioni e se la maggioranza pensa di bloccare in questo modo la Lega ha fatto male i suoi calcoli. La nostra battaglia proseguirà in Aula a settembre con ancor più vigore”, ha dichiarato l’on.le Cristina Patelli della Lega, membro della Commissione Cultura, Ricerca e Istruzione della Camera dei Deputati.

Comunicato Stampa Onorevole Patelli - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore