/ CRONACA

CRONACA | 03 agosto 2020, 06:50

Movida a Viverone, denunciati sei 18enni dalla Polizia: hanno rubato distributore di gadget

Il furgone sul quale hanno caricato il distributore è di quelli a noleggio con autista. Nel frattempo, con un'ordinanza, il Comune stabilisce lo stop con musica e balli, con sanzioni severe per i trasgressori.

movida viverone

Foto di repertorio

Per adesso sono 5 i giovanissimi denunciati dalla Polizia per furto aggravato in concorso ma non si esclude che le indagini possano incrementare il numero degli identificati. Ancora la movida di Viverone al centro delle attenzioni della cronaca biellese. Era infatti mercoledì sera quando un gruppetto di giovani tutti appena maggiorenni, hanno noleggiato un furgone con autista per farsi accompagnare sul lago e trascorrere la serata. 

Tra una bevuta e l'altra il gruppo ha pensato bene di impossessarsi di un distributore automatico di gadget, quelli che per intenderci dietro compenso di un euro ti fanno avere una pallina di plastica contenente la sorpresa. Dopo averlo trainato per un centinaio di metri i giovani lo hanno sollevato e caricato sul furgone noleggiato. La parte finale della storia è stata ripresa con lo smartphone e pubblicata sui social dove in breve tempo è diventata virale. La merce è stata restituita spontaneamente dai ragazzi al proprietario ma purtroppo il gesto non può passare inosservato e per ora 5 sono stati denunciati dalla polizia per furto aggravato in concorso. 

La serata di mercoledì è stata l'apice negativo della movida estiva a Viverone. Dopo questo fatto, la ragazza minorenne trasportata all'ospedale in preda ai fumi dell'alcol e altri suoi coetanei soccorsi a seguito di abuso sempre di sostanza alcoliche, il sindaco Renzo Carisio ha emesso l'ordinanza che vieta ogni tipo di assembramento nelle ore notturne. 

 

In effetti, mercoledì sera, chi era presente sul lungolago di Viverone ha assistito a scene veramente poco piacevoli. Nonostante i titolari dei locali si sia adoperati per mantenere le regole imposte dal decreto post emergenza Covid, i giovani, intervenuti in numero veramente numerosi, hanno formato assembramenti all'esterno dei locali stessi. Fregandosene altamente dei distanziamenti sociali.

Da questi fatti la presa di posizione dell'amministrazione comunale. L'ordinanza del sindaco stabilisce che, a partire da oggi, lunedì 3 agosto, e fino al prossimo 31 dicembre, è fatto divieto a bar, pub e ristoranti di svolgere attività di intrattenimento musicale e danzante. In più, il primo cittadino, nelle serate di mercoledì e sabato, ha disposto che tutti i locali di Viale Lungo Lago non potranno servire i propri prodotti d'asporto ma solo al tavolo dalle 23 in poi; inoltre, potranno utilizzare soltanto musica di sottofondo diminuendo drasticamente il volume allo scoccare della mezzanotte, e non potranno più vendere superacolici a partire da mezzanotte e mezza. Sanzioni severe per i trasgressori, che saranno puniti con un multa da 400 a 3.000 euro.  

 

 

f.f. /a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore