/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 30 luglio 2020, 09:34

ASL Biella ringrazia per donazione di 10mila mascherine firmata Cittadellarte e Lanificio F.lli Cerruti FOTO

Insieme alla Consulta per le Persone in Difficoltà e una filiera di partner e fornitori del laboratorio di moda sostenibile Cittadellarte Fashion B.E.S.T (Biella Ethical Sustainable Trend) è stato possibile realizzare questi preziosi dispositivi di protezione made in Biella.

donazione

Un progetto che unisce solidarietà e amore per il territorio. La donazione di 10.000 mascherine chirurgiche all’Asl di Biella nell’ambito del progetto “Umana è l’arte della cura” è il risultato di chi ha creduto nel potere di fare squadra, nell’importanza di far leva sulla professionalità e sulle competenze per metterle a disposizione della popolazione.

Grazie a Cittadellarte e Lanificio F.lli Cerruti con la Consulta per le Persone in Difficoltà - e una filiera di partner e fornitori del laboratorio di moda sostenibile Cittadellarte Fashion B.E.S.T (Biella Ethical Sustainable Trend) – è stato possibile realizzare questi preziosi dispositivi di protezione made in Biella, di cui 100.000 destinati alla Croce Rossa e 10.000 all’Azienda Sanitaria Locale di Biella. "Il tempo della pandemia - sottolinea Paolo Naldini, Direttore di Cittadellarte - porta tutti noi a delle scelte. Noi, con Cerruti e Consulta per le Persone in Difficoltà, e una filiera di partner e fornitori del laboratorio di moda sostenibile Cittadellarte Fashion B.E.S.T. (Biella Ethical Sustainable Trend), abbiamo scelto di produrre mascherine, e offrirle in dono alla Croce Rossa e all'ASL di Biella, riconoscenti per il loro impegno a prendersi cura degli altri. Non dico che queste mascherine siano opere d'arte in sé. Dico che questa iniziativa è tutta nel suo insieme un'opera di arte della cura".

“Essere tra i destinatari di questa donazione così significativa sotto più punti di vista – precisa il Commissario dell’Asl di Biella Diego Poggio – è per noi un privilegio. Siamo grati a tutti coloro che hanno contributo alla realizzazione di queste mascherine. Come spesso accade le crisi possono diventare un’opportunità e anche in tale circostanza, nonostante le difficoltà, è emersa la parte migliore di una comunità, quella biellese, fattiva e produttiva che ha nel tessile la sua storia e la sua tradizione più forte”.

Comunicato stampa g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore