/ AL DIRETTORE

AL DIRETTORE | 26 luglio 2020, 08:51

Nuccio (PRC): "Servono massicci investimenti sul trasporto pubblico"

Nuccio (PRC): "Servono massicci investimenti sul trasporto pubblico"

Riceviamo e pubblichiamo:

"ASL di Biella mette in vendita otto stabili, il Comune Biella vende immobili per fare cassa e come sempre ci guadagneranno i fautori delle privatizzazioni. Perché non verificare la possibilità di utilizzare gli stabili patrimonio della comunità, non utilizzare il Vecchio Ospedale, per la Casa della SALUTE, per la Guardia Medica, ambulatori medicina legale e altri che sono ubificati in spazi angusti nel nuovo Ospedale oltre al doveroso decentramento? Perché non predisporre reparti post Covid e per altre esigenze Sanitarie e Socio Sanitarie, la palazzina di via Marconi non si mette a disposizione per uffici pubblici, aule per la scuola, associazioni ecc? Perché lo stabile di via Caraccio, proprietà del Comune, non si ristruttura per ospitare servizi? Perché l’ex Poliambulatorio non si utilizza per ospitare persone in difficoltà?

Più facile svendere e contenere le spese bilanci in pareggio, tagli, chiusure di ospedali. Dopo la drammatica situazione del Coronavirus nel nostro territorio è messo in discussione il Diritto alla Salute, 4000 visite in attesa, centinaia di persone che non riescono a utilizzare le prestazioni che hanno prenotato, altre che aspettano di potersi collegare telefonicamente con il centralino dell’Ospedale sempre occupato. Cosa aspetta l’ASL a assumere Medici Infermiere Operatori Sanitari? La Regione, già inadempiente sulle Case di Riposo, cosa aspetta a prendere provvedimenti per rendere applicabile il Diritto alla Salute a partire dai Servizi Territoriali e la Prevenzione? I Sindaci facenti parte dell’Assemblea ASL,  titolari per Legge della Salute dei propri cittadini, cosa aspettano a prendere iniziative? O si vuole continuare con le politiche dei bilanci in pareggio? Gli Infermieri manifestano per rendere operative le promesse dopo averli chiamati eroi e noi, come partito, sosteniamo le loro richieste tra cui quella di rinnovare il Contratto di Lavoro scaduto da due anni.

In questa situazione esplode la crisi della Seab Società Ecologica Smaltimento Rifiuti, sull’orlo del fallimento, 12 milioni di euro il deficit 2019, spende 220mila euro per consulenze, una soluzione il pagamento dei debiti che hanno alcuni Comuni fra i quali Biella e Cossato e un immediato intervento della Regione. Sono in attesa i corvi delle privatizzazioni. Aumentare le bollette sarebbe folle, in una situazione in cui nel primo semestre dell’anno la Cassa Integrazione si attesta sul 49,7%. Intanto i politici e i responsabili dell’Azienda Trasporti in difficoltà di bilancio comunicano che all’apertura delle scuole non ci saranno i bus per il trasporto degli studenti, mancano autisti e pullman.

Arriverà dopo venti anni l’elettrificazione della Biella Santhià, mentre si stanno costruendo automotrici a Idrogeno. Avevamo proposto come Rifondazione Comunista un Piano Trasporti che tra l’altro prevedeva una diminuzione del traffico nella Città e nel territorio e commerciale su strada, nulla è stato fatto. Ora si propongono scelte per il ripristino del Trenino per il santuario di Oropa dimenticando che il Biellese disponeva di una Azienda di tram a trazione elettrica che serviva tutto il territorio compreso Oropa, cancellata dalla politica di un capitalismo becero, dagli ingordi dei profitti e delle privatizzazioni.

Esercitazioni militari nella Baraggia di Candelo patrimonio Unesco: non una protesta delle Amministrazioni Comunali (in particolare Candelo) e dei Partiti PD in testa. Il Sindaco di Biella e la Giunta deliberano spazi dehors per tutti per aiutare il commercio nella via Italia, movida di Biella Centro, mentre tutti d’accordo maggioranza e minoranza danno il via al pagamento ticket posteggio davanti all’Ospedale, servito da una sola linea urbana di bus.

Sono alcuni dei problemi gravissimi del Biellese a cui si dovranno aggiungere problemi per i futuri bilanci della Provincia. I dehors serviranno a poco in una Provincia dove povertà e diseguaglianze sono in aumento se non si attuerà una politica di massicci investimenti pubblici nei settori del Trasporto pubblico nella Sanità Pubblica nell’Ambiente per il lavoro. Non vedo progetti di sviluppo alternativo alle solite strade che sono nel territorio un colabrodo di buche e di mancanza di manutenzione, segnaletica, la pazzia dell’allargamento della Strada di collegamento con Vercelli Trossi, e nuovi insediamenti di supermercati. La delibera del Consiglio Comunale di Biella di un regolamento di Polizia Urbana per una Città pulita per non vedere le povertà, le disperazioni, le difficoltà delle persone, il disagio sociale, evidenzia le politiche di destra, della Giunta di destra e le difficoltà della stessa".

Renato Nuccio - Rifondazione Comunista

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore