/ CRONACA

CRONACA | 14 luglio 2020, 09:56

Identificato il 65enne scomparso e trovato morto della collina di Viverone

Aveva 65 anni ed era ospite di una struttura del basso Biellese.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

 

Aggiornamento delle 9 del 14 luglio - Si chiama Gino Faggioni e aveva 65 anni il corpo ritrovato nelle vicinanze dell'ex monastero benedettino Celle Grande a Viverone. L'uomo era scomparso dalla casa di riposo nel pomeriggio di domenica 12 luglio ed è stato ritrovato morto nella mattinata di ieri. Dai primi riscontri il decesso sarebbe avvenuto per cause naturali. 

Aggiornamento delle 12 - E' stato ritrovato poco dopo le 10,30 di questa mattina il 65enne scomparso. Purtroppo l'uomo è deceduto e dalle prime indiscrezioni pare che il decesso sia dovuto a cause naturali. Presenti al fatto i Carabinieri, il personale medico del 118 oltre naturalmente ai Vigili del Fuoco. L'uomo sarebbe anche stato riconosciuto dal direttore della struttura Rsa di Viverone. Intanto nel centro turistico era arrivato anche l'elicottero dei Vigili del Fuoco anche se a questo punto purtroppo non è più necessario. il 65enne è stato ritrovato nelle vicinanze dell’ex monastero benedettino Cella Grande, ora location per eventi. Ora potrebbe anche essere richiesta l'autopsia per capire le cause della morte.

ore 8 - Ancora nessuna notizia alle 8 di questa mattina, 13 luglio, sull'uomo di 65 anni scomparso ieri pomeriggio a Viverone. Le ricerche sono scattate nella serata di ieri alle 21,30 circa e stanno impegnando i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, la Polizia locale e Protezione civile. 

L'uomo, ospite della Casa Albert, era solito uscire a fare una passeggiata per poi rientrare nella struttura. Cosa non avvenuta domenica 12 luglio. Continuano anche oggi le ricerche con il probabile utilizzo dei droni oltre alle ricerche in acqua e via terra con le unità cinofile.

f.f.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore