/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 14 luglio 2020, 14:55

Storie di Piazza, a Miagliano va in scena La via della seta

storie di piazza

Prosegue la stagione estiva di Storie di Piazza con il progetto ideato da Manuela Tamietti per Storie Biellesi 2020 nell’anfiteatro P408 di Miagliano, il 18 luglio alle 21, con lo spettacolo La via della seta di Mambo Forrò, in collaborazione con Storie di Piazza, Amici della lana, il Comune di Miagliano, Gal Montagne Biellesi, la Rete Museale Biellese e il contributo di Fondazione CR Biella. "Io parlo parlo … ma chi m'ascolta ritiene solo le parole che aspetta. Chi comanda al racconto non è la voce: è l'orecchio.“

Così inizia lo spettacolo "La Via della Seta” dell’associazione Mambo Forrò, che mette sul palco una decina di danzatrici biellesi e una conosciutissima danzatrice del ventre Aziza, maestra e ballerina globettrotter. L’associazione fondata da Aziza a Torino il Centro Studi di Danza Musica e Cultura Orientale (ASD) è il primo Centro Studi del genere in Italia ed è considerato uno dei principali artefici dell’integrazione e di incontro di culture antitetiche della città. Le sonorità lontane de “La via della seta” accompagneranno il pubblico inseguendo questa luce d’oriente, seguiremo lo sguardo di un uomo che attraverserà l’immensità dei deserti e viaggierà tra innumerevoli insidie, lungo la via dei mari alla ricerca del tessuto prezioso. Lo spettacolo è un viaggio alla scoperta dell’affascinante cultura della Via della seta e dei protagonisti che ne hanno fatto parte. Il fascino della cultura orientale illustrata attraverso la danza e la musica, in un tripudio di colori e nel rigoroso rispetto delle normative vigenti.

La Direttrice Artistica di Mambo Forrò Antonella Messina dice: “Lo spettacolo è nato in maniera particolare, durante il periodo di lockdown, per questo abbiamo avuto un iniziale momento di difficoltà, ma poi abbiamo sperimentato prove a distanza, ciascuna collegata da casa propria, un’esperienza particolare che ci ha permesso di creare dei quadri in cui non contava tanto la vicinanza del danzatore ma l’intensità dei suoi movimenti e il suo desiderio di esprimersi”. I Testi sono di Fernanda Gionco, e alcune citazioni sono tratte da "Il Milione", il grande diario di viaggio di Marco Polo, in cui le avventure e i luoghi dal fascino esotico si avvicendano, nel nostro caso però non vengono trascurati dei riferimenti ai giorni nostri.

Sul palco si alterneranno, attraverso quadri evocativi, le danzatrici dell'Associazione Mambo Forrò, gli attori della compagnia Filodrammatica dei " Nuovi Camminanti " e dell'associazione culturale Storie di piazza. Una curiosa occasione d’incontro favorita dai numerosi seminari che Storie di Piazza tiene sul territorio e al continuo scambio e confronto che sta avvenendo da molti anni con le associazioni che desiderano collaborare. I posti sono riservati e occorre prenotare al numero 3382224690, biglietto 13 euro.

Domenica 19 luglio invece riprendono i laboratori estivi di Storie di Piazza, appuntamento al Lanificio Botto dalle 15 alle 18 con Voci da Favola con Manuela Tamietti. L’arte di raccontare ai più piccoli prevede un uso della voce che deve andare oltre alle normali possibiità comunicative. La voce diventa uno strumento prezioso ed essenziale per accompagnare il bambino dentro alle storie che nutriranno la sua mente. Per adulti. Con quota di partecipazione. Prenotazione obbligatoria al 3472512850, whatsapp, info@storiedipiazza.it

Comunicato stampa g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore