/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 14 luglio 2020, 08:24

‘Invasati’: quando neanche una pandemia può fermare la beneficienza

Da Mongrando al Nicaragua al via un'iniziativa molto particolare

‘Invasati’: quando neanche una pandemia può fermare la beneficienza

Le misure sanitarie messe in atto per contrastare la diffusione del Covid-19 a livello mondiale hanno, indirettamente, colpito molti settori. Fra questi, è presente anche quello della beneficienza e delle missioni umanitarie che, in alcuni casi, è stato rallentato o perfino annullato per evitare nuovi contagi.

Per poter comunque fornire aiuto a chi ne ha bisogno, una collaborazione promossa dalla sede biellese dell’Associazione Centro Orientamento Educativo con l’Alveare di Mongrando, Ti Aiuto Io di Candelo, l’agriturismo Pillato di Antillo (Sicilia) ed il Gruppo Mondo delle parrocchie di Mongrando, ha dato il via ad una iniziativa particolarmente interessante: ‘Invasati’.

La missione di questa collaborazione è quella di vendere dei vasetti di marmellata per poter ricavare i fondi da devolvere ad alcune realtà bisognose. L’incoraggiamento, a chi è interessato a fare del bene, è quello di donare la propria frutta e verdura ad ‘Invasati’, per permettergli di continuare a generare quei guadagni che verranno dati ai meno fortunati. 

Le possibili destinazioni delle donazioni, per ora, sono tre e si tratta dell’Alveare di Mongrando, della parroquia San Juan Bosque nelle Villas di Buenos Aires (sostenuta anche dalle congregazioni di Mongrando) e del piano d'emergenza COVID messo in atto dall'Associazione COE nelle comunità indigene in Guatemala.

Per chi fosse interessato a contribuire il metodo è molto semplice: basterà relegare la propria frutta e verdura.

Per ulteriori informazioni: 

3475144967

coeguatemala@coeweb.org

Andrea Biondo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore